Lunedì 14 settembre 2009

Bonus patrimonializzazione

a cura di: eDotto S.r.l.
L’articolo 5 del Dl 78/09 (comma 3-ter) prevede la concessione di un’agevolazione fiscale volta a stimolare gli incrementi di capitale da parte di societa' di capitali e di persone. L’agevolazione fiscale e' condizionata dal fatto che le societa' che provvedono a rafforzare la propria struttura patrimoniale aumentino il capitale sociale nel periodo compreso tra il 5 agosto 2009 e il 5 febbraio 2009. Gli aumenti di capitale su cui si applica l’agevolazione riguardano indifferentemente quelli liberati mediante conferimenti in denaro o in natura, da parte di soci di societa' di persone. Sono percio' esclusi dall’agevolazione i conferimenti effettuati da soggetti diversi da persone fisiche, come per esempio le societa' di capitali e le imprese individuali e i versamenti effettuati in conto capitale o a fondo perduto; sono, altresi', escluse dall’agevolazione le cessioni di azioni o quote gia' in circolazione. Gli aumenti di capitale agevolabili sono quelli di importo fino a 500.000 euro. In presenza di aumenti di capitale di ammontare superiore a tale cifra, la parte eccedente dell’importo non sara' agevolabile. L’agevolazione consiste nella possibilita' di ridurre il reddito delle societa' interessate con una variazione in diminuzione del 3% dell’aumento di capitale. La disposizione parla di “un rendimento del 3 per cento annuo che viene escluso da imposizione fiscale per il periodo di imposta in corso alla data di perfezionamento dell’aumento di capitale e per i quattro periodi di imposta successivi”. Il rendimento del 3% va conteggiato sull’aumento di capitale entro i limiti di 500.000 euro; di conseguenza, l’ammontare massimo di bonus escludibile da imposizione fiscale e' pari a 15.000 euro annui, per un totale nel quinquennio pari a 75.000 euro. Analogamente a quanto disposto per la Tremonti-ter, l’agevolazione fiscale in esame si attua tramite una deduzione fiscale del reddito imponibile, cioe' tramite una variazione in diminuzione. Pertanto, nel caso in cui il periodo d’imposta si chiuda in perdita, l’utilizzo del bonus consentira' di incrementare la perdita, attraverso un incremento dell’ammontare di perdite fiscali riportabili a nuovo. Non appare chiaro al momento se l’agevolazione riguardi anche l’Irap.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e tributi, p. 2 – Bonus capitali nell’incertezza – Ranocchi e Valcarenghi
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS