Martedì 10 maggio 2016

Banche e procedure esecutive e concorsuali - Pubblicato il D.L. n. 59/2016 che apporta modifiche alla legge fallimentare e al processo civile

a cura di: TuttoCamere.it

Misure a sostegno delle imprese e di accelerazione del recupero crediti, modifiche alla legge fallimentare, misure in favore degli investitori nelle quattro banche poste in risoluzione a novembre 2015 (Banca popolare dell'Etruria e del Lazio, Banca delle Marche, Cassa di Risparmio di Ferrara, Cassa di Risparmio di Chieti).

Sono questi alcuni degli argomenti trattati dal Decreto-Legge n. 59 del 3 maggio 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 102 del 3 maggio 2016, recante "Disposizioni urgenti in materia di procedure esecutive e concorsuali, nonché a favore degli investitori in banche in liquidazione".

Il decreto, in vigore dal 4 maggio 2016, oltre a disporre misure per il rimborso degli investitori nelle quattro banche poste in risoluzione nel novembre 2015, introduce:
a) nuove forme di garanzie non possessorie ed escutibili in via stragiudiziale;
b) modifiche alle disposizioni del codice di procedura civile in tema di espropriazione forzata;
c) alcune modifiche alla legge fallimentare;
d) un registro informatico delle procedure esecutive e concorsuali.

Con riguardo alle procedure concorsuali il decreto:
a) introduce la possibilità di utilizzare le tecnologie telematiche per lo svolgimento delle udienze e per le adunanze dei creditori;
b) dispone la revoca del curatore in caso di mancato rispetto dell'obbligo di presentazione del progetto di ripartizione delle somme disponibili e
c) attribuisce agli organi della procedura la facoltà di accedere con modalità telematiche alle informazioni contenute nelle banche dati delle amministrazioni ai fini del recupero o della cessione dei crediti, anche in mancanza di titolo esecutivo nei confronti del debitore.

In relazione al numero dei creditori e alla entità del passivo, il giudice delegato potrà stabilire che l'udienza sia svolta in via telematica con modalità idonee a salvaguardare il contraddittorio e l'effettiva partecipazione dei creditori, anche utilizzando le strutture informatiche messe a disposizione della procedura da soggetti terzi.

Con lo scopo di favorire la creazione di un mercato dei crediti deteriorati, viene istituito presso il Ministero della giustizia un "Registro elettronico delle procedure di espropriazione forzata immobiliari, delle procedure d'insolvenza e degli strumenti di gestione della crisi" volto a rendere pubbliche:
a) le procedure di espropriazione forzata immobiliare;
b) le procedure di fallimento, di concordato preventivo, di liquidazione coatta amministrativa;
c) i procedimenti di omologazione di accordi di ristrutturazione dei debiti e ai piani di risanamento, quando vengano fatti oggetto di pubblicazione nel Registro  delle imprese;
d) le procedure di amministrazione straordinaria;
e) le procedure di accordo di ristrutturazione dei debiti, di piano del consumatore e di liquidazione dei beni di cui alla legge n. 3/2012.

Il registro è accessibile dalla Banca d'Italia, che utilizza i dati e le informazioni in esso contenuti nello svolgimento delle funzioni di vigilanza, a tutela della sana e prudente gestione degli intermediari vigilati e della stabilità complessiva.

Per scaricare il testo del decreto.legge n. 59/2016 clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS