Lunedì 13 ottobre 2014

Attribuzione del cognome ai figli: in arrivo nuove disposizioni

a cura di: TuttoCamere.it
Il 24 settembre 2014, la Camera ha approvato, con votazione a scrutinio segreto, il testo unificato dei progetti di legge recanti Disposizioni in materia di attribuzione del cognome ai figli (C. 360 ed
abbinate-A). Il provvedimento passa ora all'esame dell'altro ramo del Parlamento (S. 1628).
Se ne è parlato per anni, denunciando una violazione della parità tra uomo e donna e invocando una riforma normativa, ma ci è voluto l’intervento della Corte Europea dei Diritti Umani per spingere il nostro Paese a rimediare.

Ricordiamo che a fare ricorso a Strasburgo sono stati i coniugi milanesi Alessandra Cusan e Luigi Fazzo, cui lo Stato italiano ha impedito di registrare all'anagrafe la figlia Maddalena, nata il 26 aprile 1999, con il cognome materno anziché quello paterno.

Così a nove mesi di distanza dalla sentenza con la quale la Corte di Strasburgo ha condannato l’Italia per aver negato ad una coppia di coniugi la possibilità di attribuire alla figlia il cognome della madre (Sentenza della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo del 7 gennaio 2014 - Ricorso n. 77/07), la Camera ha dato il via libera al testo unico (che riunisce diverse proposte di legge) che abolisce l’obbligo del cognome paterno.
Approvato a voto segreto, date le divergenze tra le forze politiche che ne avevano causato il rinvio in commissione, il testo modifica la disciplina di attribuzione del cognome ai figli, introducendo di fatto il doppio cognome nell’ordinamento italiano, adeguandolo a quello degli altri Paesi europei.

Massima libertà, quindi, ai genitori che potranno decidere, di comune accordo, di attribuire ai propri figli il cognome del padre o della madre, ovvero di entrambi.
In caso di disaccordo, prevede il testo unico, il figlio avrà il cognome di ambedue i genitori, in ordine alfabetico.
La regola vale anche per i figli nati fuori dal matrimonio (riconosciuti da entrambi i genitori) e per quelli adottivi, mentre in caso di due cognomi, solo uno potrà essere trasmesso al figlio, a discrezione del genitore.

Per scaricare il testo della proposta di legge clicca qui.
Per scaricare il testo della sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS