Giovedì 27 agosto 2015

Articoli pirotecnici: nuove norme sul commercio e la sicurezza

a cura di: TuttoCamere.it
E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 186 del 12 agosto 2015, il Decreto legislativo 29 luglio 2015, n. 123, recante "Attuazione della direttiva 2013/29/UE concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato di articoli pirotecnici". Si tratta del Decreto previsto dalla Delega contenuta nella legge 7 ottobre 2014, n. 154 (Legge di delegazione europea 2013 - secondo semestre).

Per «articolo pirotecnico» si intende "qualsiasi articolo contenente sostanze esplosive o una miscela esplosiva di sostanze destinate a produrre un effetto calorifico, luminoso, sonoro, gassoso o fumogeno o una combinazione di tali effetti grazie a reazioni chimiche esotermiche automantenute"; mentre per «fuoco d'artificio» si intende "un articolo pirotecnico destinato a fini di svago".

Il decreto legislativo - in vigore dal 13 agosto 2015 - definisce la disciplina volta ad attuare la libera circolazione degli articoli pirotecnici nel mercato interno, assicurando, nel contempo, le esigenze di tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica e di tutela della pubblica incolumità, la tutela dei consumatori e la protezione ambientale.
Il decreto individua, inoltre, i requisiti essenziali di sicurezza che gli articoli pirotecnici devono possedere per poter essere messi a disposizione sul mercato.

Le autorizzazioni all'esercizio dell'attività di utilizzo, a qualsiasi titolo, degli articoli pirotecnici possono essere rilasciate solo ai soggetti in possesso delle abilitazioni di cui all'articolo 101 del R.D. 6 maggio 1940, n. 635, e successive modificazioni, che abbiano superato corsi di formazione, iniziale e periodica, nelle materie del settore della pirotecnica (art. 4).

Rigidi gli obblighi in capo agli importatori (art. 10), ai distributori (art. 11) e agli operatori economici (il fabbricante, l'importatore e il distributore); questi ultimi dovranno indicare agli organi di polizia e alle autorità di vigilanza che ne facciano richiesta:
a) qualsiasi operatore economico che abbia fornito loro articoli pirotecnici;
b) qualsiasi operatore economico cui abbiano fornito articoli pirotecnici.
Gli operatori economici devono essere in grado di presentare tali informazioni per un periodo di dieci anni dal momento in cui siano stati loro forniti articoli pirotecnici e dal momento in cui essi abbiano fornito articoli pirotecnici (art. 13).

Al Prefetto, quale autorità di sorveglianza del mercato territorialmente competente, spetta il compito di controllare che gli articoli pirotecnici siano immessi sul mercato soltanto se, adeguatamente immagazzinati e usati ai fini cui sono destinati, sono sicuri e non mettono in pericolo la salute e l'incolumità delle persone. Tale compito lo svolge, avvalendosi della collaborazione della Commissione tecnica territoriale in materia di sostanze esplodenti, dei competenti uffici doganali e dei comandi della Guardia di Finanza, nonchè della collaborazione di altre istituzioni, enti e strutture pubbliche.
All'art. 33 viene dettata una severa disciplina sanzionatoria.
Viene consentita l'immissione sul mercato di articoli pirotecnici conformi al D.Lgs. 4 aprile 2010, n. 58 e immessi sul mercato entro il 1? luglio 2015 (art. 34), che viene ora abrogato.

Per scaricare il testo del decreto clicca qui.
Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS