Speciale bilancio - strumenti che semplificano e organizzano il lavoro - Clicca per maggiori informnazioni!
Martedì 18 dicembre 2012

Arriva la Pec obbligatoria per le imprese individuali

a cura di: eDotto S.r.l.
Spinta alle comunicazioni totalmente telematiche nel decreto Crescita (n. 179/2012), convertito in legge dal Parlamento ed in attesa di pubblicazione in “Gazzetta Ufficiale”.

All'obbligo di Pec introdotto per le società si aggiunge, a partire dal 1° luglio 2013, quello per le imprese individuali. In particolare, l'articolo 5 del Dl fissa l’obbligo, a carico delle imprese individuali che presentano domanda di prima iscrizione al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane, di comunicare al registro delle imprese presso la Camera di Commercio di competenza l’indirizzo di Posta elettronica certificata (PEC) entro il 30 giugno 2013.

A partire dall'entrata in vigore della norma, la domanda di iscrizione presentata senza indirizzo Pec sarà sospesa fino a che il richiedente non integrerà il dato mancante; in caso di inerzia, trascorsi 45 giorni la domanda si intende come non presentata.

L’obbligo ricade anche sulle imprese individuali già iscritte al registro imprese: se non comunicano l'indirizzo Pec entro il 30 giugno 2013, incorrono nelle sanzioni previste dall'articolo 2630 del codice civile.

Presso il Ministero dello Sviluppo Economico sarà istituito l'Ini-Pec, l'Indice nazionale degli indirizzi di Posta elettronica certificata, dove sarà possibile accedere, senza necessità di registrazione, a tutti gli indirizzi di Posta elettronica di enti, professionisti ed imprese.

Dal 1° gennaio 2013 opererà anche il domicilio digitale del cittadino: le amministrazioni pubbliche e i gestori o esercenti di pubblici servizi avranno l’obbligo di comunicare con il cittadino esclusivamente tramite il domicilio digitale, se dallo stesso dichiarato.

Infine, il Dl 179/2012 favorisce, attraverso il riconoscimento di un credito di imposta, le imprese che offrono online opere dell'ingegno digitale (ebook, software, applicazioni). Il credito d'imposta è pari al 25% dei costi sostenuti per lo sviluppo di piattaforme telematiche per la distribuzione, la vendita e il noleggio di opere dell'ingegno digitali. L'agevolazione sarà in vigore per gli anni 2013, 2014 e 2015, con un limite di spesa di 5 milioni di euro annui e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS