Martedì 25 marzo 2014

Arriva il "nuovo" redditometro. Ma il contenzioso si fa ancora sul "vecchio".

a cura di: AteneoWeb S.r.l.

Il tema del "redditometro" è di estrema attualità.

Gli uffici dell'Agenzia delle Entrate stanno definendo le liste selettive dei contribuenti a maggior rischio evasione: sono quelli per i quali le spese sostenute nell'anno d'imposta 2009, risultino essere nettamente superiori (oltre la soglia di tolleranza del 20%) rispetto al reddito dichiarato.
Già nei prossimi giorni verranno recapitate ai contribuenti selezionali le prime lettere/questionario. L’Agenzia delle Entrate prevede di portare a termine circa 35.000 accertamenti entro la fine del 2013.

 

Non dimentichiamo però che, fino al periodo d'imposta 2008 (in decadenza al 31 dicembre 2013) è ancora applicabile il "vecchio" redditometro. Per molto tempo andrà quindi ancora gestito il contenzioso incentrato sul “vecchio” redditometro.

 

Il formulario del contenzioso tributario di AteneoWeb si è arricchito di un interessante modello di memorie difensive, tratto da un caso reale, riferito ad un contraddittorio da vecchio redditometro (periodo d'imposta 2008 – spese per immobili e autovetture).

Memorie difensive su contraddittorio in accertamento da 'vecchio' redditometro - Le memorie, redatte dal Dott. Alvise Bullo, sono molto circostanziate in procedura/merito e ricche di recenti riferimenti giurisprudenziali.
Cio' consentira' di evidenziare un eventuale vizio di motivazione del successivo avviso di accertamento qualora lo stesso non risponda compiutamente agli autonomi motivi di doglianza espressi. 
Le memorie includono anche istanza di autotutela.

 

Segnaliamo inoltre il Modello di ricorso contro avviso di accertamento sintetico/redditometro completo di mediazione/reclamo ex art. 17 bis D.Lgs n. 546/1992 - è un modello di ricorso (completo di mediazione/reclamo di cui all'art. 17 bis D.Lgs n. 546/1992), ispirato da un caso reale e aggiornato con le piu' recenti novita' (in materia difensiva) portate dalle Corte di Cassazione n. 13289 del 16.6.2011 e dalla CTP di Torino n. 136 del 01.7.2011. Sono inoltre indicate ulteriori e nuove pregiudiziali riferite alla applicazione della previsione dell'art. 7, co 5 D.Lgs 546/1992 (A. Bullo e F. Dominici, “L'accertamento da redditometro e il potere del Giudice tributario di disapplicare l'atto amministrativo”, in Finanza & Fisco n. 34/2011, da pag. 2944), alla applicazione di quanto stabilito anche dalla giurisprudenza UE; vi sono pregiudiziali inerenti il collegamento sistematico tra l'art. 2697 cc, l'art. 7, co 4 D.Lgs n. 546/1992, l'art. 115, co 2 cpc, l'abuso del diritto (in questo senso: A. Bullo, “Accertamento sintetico, principali difese procedurali”, in La Settimana Fiscale n. 40/2012) . Vi e', inoltre, un'importante pregiudiziale data dal collegamento sistematico tra l'art. 42, co 2, co 3 e 61 co 2 del DPR 600/1973.
Molto interessante, appare anche quanto stabilito dalla Circolare Ministeriale del 14 agosto 1981 n. 27/7/2648 e dalla Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria (documento n. XVII adottato nella seduta del 15 luglio 2009).
Infine, la difesa e' molto “forte” anche verso i dati emergenti dal calcolo sulle autovetture.


DOCUMENTI CORRELATI:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali