Martedì 5 agosto 2014

Approvato dal Senato il maxiemendamento presentato dal Governo: le novità in materia di concorsi e operazioni a premio e di libertà d’impresa e SCIA

a cura di: TuttoCamere.it
L'Assemblea del Senato, nella seduta del 25 luglio scorso, ha approvato il maxiemendamento interamente sostitutivo del Disegno di Legge n. 1541 di conversione in legge del D.L. n. 91/2014 in materia di competitività, sul quale il Governo aveva posto la questione di fiducia.
Con il nuovo articolo 22-bis vengono apportate modifiche all’art. 6 del D.P.R. n. 430/2001 nelle quali si prevede che non si considerano concorsi e operazioni a premio “le manifestazioni nelle quali, a fronte di una determinata spesa, con o senza soglia d’ingresso, i premi sono costituiti da buoni da utilizzare su una spesa successiva nel medesimo punto vendita che ha emesso detti buoni o in un altro punto vendita facente parte della stessa insegna o ditta”.

Con il nuovo articolo 22-ter si torna sul tema dell’abrogazione delle indebite restrizioni all'accesso e all'esercizio delle professioni e delle attività economiche e, in particolare, sugli istituti della segnalazione di inizio attività (SCIA) e dell’autocertificazione.
Si ricorda che al comma 3 dell’articolo 3 del D.L. n. 138/2011, convertito nella L. n. 148/2011, il legislatore aveva previsto che, entro il 30 settembre 2012, dovevano essere soppresse tutte le disposizioni normative statali incompatibili con i principi della libertà d’impresa “con conseguente diretta applicazione degli istituti della segnalazione di inizio di attività e dell'autocertificazione con controlli successivi”.

Entro il 31 dicembre 2012 il Governo avrebbe dovuto adottare uno o più regolamenti con i quali individuare le disposizioni abrogate per effetto di quanto sopra e definire la relativa disciplina regolamentare della materia ai fini dell'adeguamento al principio “secondo cui l'iniziativa e l'attività economica privata sono libere ed è permesso tutto ciò che non è espressamente vietato dalla legge”. Considerato che tali previsioni sono state del tutto disattese, il termine del 31 dicembre 2012 viene ora posticipato al 31 dicembre 2014, ma con l’avvertenza che, in caso di mancata emanazione entro il nuovo termine dei provvedimenti attuativi, per l’esercizio di qualunque attività imprenditoriale, commerciale o artigianale si applicherà, a scelta dell’imprenditore, gli istituti della SCIA o dell’autocertificazione con controlli successivi.

Con il nuovo articolo 22-quater vengono introdotte modifiche all’art. 31, comma 2, del D.L. n. 201/2011, convertito nella L. n. 214/2011, laddove si concedeva la possibilità agli enti pubblici di prevedere, senza discriminazione tra gli operatori, “anche aree interdette agli esercizi commerciali, ovvero limitazioni ad aree dove possano insediarsi attività produttive e commerciali”.
Tale possibilità viene ora limitata ai soli casi in cui vi sia la necessità di “garantire la tutela della salute, dei lavoratori, dell’ambiente, ivi incluso l’ambiente urbano, e dei beni culturali”.

Per un approfondimento sui nuovi contenuti e per scaricare il testo del maxiemendamento approvato dal Senato clicca qui.

Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web