Mercoledì 24 agosto 2011

24 agosto 2011: entra in vigore la mini-riforma della previdenza dei professionisti

a cura di: eDotto S.r.l.
La cosiddetta legge “Lo Presti” - la n. 133/2011, pubblicata sulla “Gazzetta Ufficiale” n. 184 del 9 agosto scorso - che permette agli enti di previdenza privatizzati dei professionisti di incrementare fino al 5% il contributo integrativo, che è possibile fatturare caricandolo sulla parcella del cliente, entra in vigore oggi, mercoledì 24 agosto.

Grazie a questa nuova facoltà riconosciuta alle casse privatizzate, è consentito alle categorie professionali di accantonare una cifra più congrua in vista dell'andata in pensione. Infatti, scegliendo la via del rincaro, i professionisti potranno aumentare il proprio montante contributivo individuale, che misura l'importo della pensione. Si tratta, però, di un miglioramento limitato che a termine del percorso lavorativo porterà ad una crescita moderata della pensione.

I maggiori beneficiari della nuova misura dovrebbero essere soprattutto i giovani, che hanno intrapreso da pochi anni l'attività o stanno per iniziare il loro percorso. Il passaggio dal sistema pensionistico retributivo (calcolato in base all'ultimo stipendio percepito, o sulle entrate mensilmente ripartite) a quello contributivo (relativo all'entità dei versamenti) rappresenta un limite per chi ha meno di 40 anni e non riesce ormai ad accantonare cifre cospicue, anche a causa della crisi economico/finanziaria.

Con la legge in oggetto – il cui primo firmatario è stato appunto il deputato Antonio Lo Presti – si è voluto aiutare in primo luogo le nuove leve professionali, innalzando fino al 5% la somma che viene interamente pagata dal committente.

Le novità apportate dalla legge n. 133/2011 sono principalmente due:

- con riferimento al contributo integrativo dovuto dagli iscritti alle casse privatizzate e oggi fissato indistintamente nella misura del 2%, si stabilisce che esso “non può essere inferiore al 2% e superiore al 5% del fatturato lordo” ed è “riscosso direttamente dall'iscritto medesimo all'atto del pagamento, previa evidenziazione del relativo importo nella fattura”;

- per migliorare i trattamenti pensionistici dei professionisti è riconosciuta la facoltà di destinare parte del contributo integrativo all'incremento dei montanti individuali, senza oneri aggiuntivi per la finanza pubblica, garantendo l'equilibrio economico, patrimoniale e finanziario delle casse previdenziali, previa delibera degli organismi competenti.
Fonte: http://www.gazzettaufficiale.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS