Venerdì 13 dicembre 2002

16 DICEMBRE 2002: UN POKER DI VERSAMENTI

a cura di: Studio Meli S.r.l.
E' il momento di pagare l'imposta sostitutiva per la rideterminazione del valore di terreni e partecipazioni, l'assegnazione dei beni ai soci e l'estromissione dei beni da parte dell'imprenditore individuale. Un poker di adempimenti con scadenza 16 dicembre: entro questa data, infatti, dovranno essere effettuati i versamenti relativi alle imposte sostitutive relative alla rideterminazione del costo delle partecipazioni e dei terreni da parte delle persone fisiche, nonché quella dovuta per l'assegnazione agevolata dei beni ai soci. Senza dimenticare che, con la medesima scadenza, deve essere versata la seconda rata dell'imposta sostitutiva per l'estromissione dei beni di impresa da parte dell'imprenditore individuale. Tutti i provvedimenti di riferimento sono contenuti nella legge n. 448 del 2001, ma i termini di alcuni di questi sono stati prorogati dal decreto legge n. 205 del 2002, recentemente convertito in legge n. 265. Riderteminazione delle partecipazioni qualificate e non qualificate non negoziate Riferimenti normativi: articolo 5, legge n. 448/2001 e articolo 4 del decreto legge n. 205/2002. Principali riferimenti di prassi : circolari n. 12 del 31 gennaio 2002, n. 47 del 5 giugno 2002 e n. 81 del 6 novembre 2002. Con la norma in esame, il contribuente può rideterminare il costo di acquisizione delle partecipazioni sopra evidenziate per effetto del pagamento di una imposta sostitutiva diversamente modulata in relazione al compendio di partecipazione di cui il contribuente stesso era in possesso alla data del 1° gennaio 2002. Il valore della partecipazione da assumere a riferimento per il pagamento dell'imposta sostitutiva è determinato attraverso una perizia nella quale è espresso il valore economico della società periziata alla data del 1° gennaio 2002. Anche la perizia deve essere redatta e sottoposta a giuramento entro il prossimo 16 dicembre 2002. La misura dell'imposta sostitutiva è: - del 4 per cento del valore, se il contribuente possiede una partecipazione qualificata così come individuata dall'articolo 81, comma 1, lettera c, del Tuir - del 2 per cento del valore, se il contribuente possiede una partecipazione non qualificata così come individuata a norma dell'articolo 81, comma 1, lettera c-bis, del Tuir. Il versamento dell'imposta sostitutiva deve essere effettuato: - utilizzando il modello F24 - con il codice tributo "1808" - compensando quanto dovuto dal contribuente con eventuali crediti. Come disposto dall'articolo 5, comma 3, della legge n. 448/2001 (come modificato dal decreto legge n. 205/2002), l'imposta sostitutiva può essere rateizzata in un massimo di tre rate annuali di pari importo a partire dalla data del 16 dicembre 2002. Sull'importo delle rate successive alla prima sono dovuti gli interessi nella misura del 3 per cento annuo da versarsi contestualmente a ciascuna rata. Rideterminazione dei valori di acquisto dei terreni edificabili e con destinazione agricola Riferimenti normativi : articolo 7, legge n. 448 del 2001 e articolo 4, decreto legge n. 205 del 2002. Principali riferimenti di prassi : circolari n. 15 del 4 febbraio 2002 e n. 81 del 6 novembre 2002. Analogamente a quanto visto con riferimento alla partecipazioni, la norma introdotta dalla Finanziaria per il 2002, consente al contribuente di rideterminare il valore di acquisto dei terreni in suo possesso alla data del 1° gennaio 2002, al fine di ridurre la plusvalenza tassabile a norma dell'articolo 81, del Tuir, in sede di successiva cessione. Anche in questo caso, il nuovo valore del terreno deve essere definito attraverso una apposita perizia da redigere e giurare entro il prossimo 16 dicembre 2002. A differenza della rideterminazione del costo delle partecipazioni, la misura dell'imposta sostitutiva è sempre fissata in un ammontare pari al 4 per cento del nuovo valore del terreno, così come definito in perizia. Ai fini del versamento della stessa : - deve essere utilizzato il modello F24 - il codice tributo per il versamento è il "1809" - l'imposta sostitutiva può essere compensata. Il comma 3, dell'articolo 7, della legge n. 448/2001, come modificato dal decreto legge n. 205/2002, prevede che l'imposta sostitutiva può essere rateizzata fino a un massimo di tre rate annuali, a partire dal 16 dicembre 2002. Sull'importo delle rate successive alla prima sono dovuti gli interessi nella misura del 3 per cento annuo da versarsi contestualmente a ciascuna rata. Assegnazione agevolata dei beni ai soci Riferimenti normativi : articolo 29, legge n. 449 del 1997 e articolo 3, commi da 7 a 10, della legge n. 448 del 2001. Principali riferimenti di prassi : circolari n. 40 del 13 maggio 2002 e n. 112 del 21 maggio 1999 (per le parti non richiamate come superate dalla pronuncia di prassi del 2002). Con la disposizione in esame, il legislatore ha riaperto i termini per l'effettuazione delle operazioni di assegnazione agevolata dei beni ai soci, ma anche per quelle di cessione dei beni stessi ovvero per le operazioni di trasformazione in società semplice. Gli atti afferenti alle predette operazioni dovevano essere redatti entro il 30 novembre scorso, ma il versamento dell'imposta sostitutiva del 10 per cento dovuta dalle società sulla differenza tra il valore normale dei beni e il loro costo fiscalmente riconosciuto, deve essere effettuato entro il 16 dicembre 2002. A tale fine : - deve essere utilizzato il modello F24 - il codice tributo è il "1677" - nel caso di rateazione dell'imposta sostitutiva, deve essere versato il 40 per cento della stessa entro la data richiamata - l'imposta sostitutiva può formare oggetto di compensazione. A norma del comma 10, dell'articolo 3, della legge n. 448/2001, come modificato dal decreto legge n. 205/2002, le società che si avvalgono delle disposizioni in esame, effettuano i successivi versamenti in due rate di pari importo (30 per cento), entro il 16 febbraio 2003 ed entro il 16 maggio 2003. Estromissione agevolata dei beni da parte dell'imprenditore individuale Riferimenti normativi : articolo 3, commi da 4 a 6, legge n. 448 del 2001 e articolo 30, legge n. 449 del 1997. Per completezza di argomento, deve essere ricordato che entro il prossimo 16 dicembre, scade anche il termine per il versamento della seconda rata dell'imposta sostitutiva del 10 per cento dovuta da quegli imprenditori che hanno optato per l'estromissione dal patrimonio aziendale dei beni immobili strumentali di cui all'articolo 40, comma 2, primo periodo, del Tuir. L'ammontare della seconda rata è del 30 per centro dell'imposta sostitutiva complessivamente dovuta e, a tal fine : - deve essere utilizzato il modello F24 - deve essere indicato il codice tributo "1673" - l'ammontare della rata può formare oggetto di compensazione. L'ultima rata dovrà essere versata entro il 16 marzo 2003. Duilio Liburdi
Fonte: www.fiscooggi.it - Duilio Liburdi
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali