Il network di AteneoWeb
Home Registrazione gratuita
AteneoWeb Mobile BlackBerry 10 728x90 - Clicca per saperne di più!
username / email: password:
password dimenticata?
il carrello è vuoto
stampa

pdf

rss

rss

Giovedì 13/09/2012

Delibere IMU, per i Comuni c’e` tempo fino al 31 ottobre

a cura di: eDotto S.r.l.

 
IN EVIDENZA
LA NUOVA REVISIONE LEGALE DEI CONTI
pubblicato il 21/07/2010, 4.818 Kb, a cura di: CESIMULTIMEDIA
CONTENZIOSO PER RIMBORSO IRAP DITTA INDIVIDUALE (ARTIGIANO, COMMERCIANTE, ...)
pubblicato il 23/07/2010, 1 Kb, a cura di: Studio Dott. Alvise Bullo
LICENZA MODELLO F24 SEMPLIFICATO PER MODULISTICA PDF V2 : 5 POSTAZIONI
pubblicato il 02/04/2014, 81 Kb, a cura di: Studio Meli modulistica
LA VERIFICA FISCALE E I RAPPORTI CON L`AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA
pubblicato il 26/10/2000, 0 Kb, a cura di: AteneoWeb S.r.l.
altri strumenti utili...
In risposta ad un’interrogazione parlamentare presentata dall’onorevole Zeller alla Camera, il Ministro per i rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, ha precisato che il termine fissato per l’approvazione dei regolamenti e delle delibere relative alle aliquote IMU scade il 31 ottobre e non il 30 settembre 2012, come inizialmente previsto dal decreto “Salva Italia”.

I comuni, dunque, hanno un mese in più di tempo per fissare le aliquote Imu rispettando così la stessa scadenza prevista per gli altri tributi: termine di chiusura dei bilanci preventivi.

I dubbi erano sorti perché il decreto legge n. 201/2011, nell’anticipare la nascita di questa nuova imposta comunale, aveva fissato un termine massimo per l’approvazione delle delibere al 30 settembre 2012.

Nella risposta parlamentare si è precisato che è la norma generale a valere (legge n. 388/2000) e non la regola speciale prevista per il debutto dell’IMU.

A seguito dell’ulteriore proroga, da parte del decreto del ministero dell’Interno, della data per l'approvazione dei bilanci comunali al 31 ottobre dal 30 giugno 2012, non è sembrato più utile mantenere ferma la prima formulazione del 30 settembre fissata appositamente dopo la prima rata di pagamento dell'imposta, dovuta in acconto entro il 16 giugno 2012, per evitare un eccessivo ravvicinamento dei due termini.

Superato, infatti, tale problema non è più necessario che il termine ultimo per le delibere e i regolamenti dell’IMU debba scadere un mese prima della data di approvazione dei bilanci comunali. Ne deriva che il 30 settembre 2012 debba considerarsi termine implicitamente abrogato, “con pieno ripristino del fisiologico meccanismo per cui l'approvazione di deliberazione in materia di tributi locali precede l'approvazione dei bilanci”.

Intanto, il ministero dell’Economia prosegue il lavoro finalizzato al varo definitivo del modello di dichiarazione IMU e delle relative istruzioni. Si resta in attesa di qualche correttivo dell’ultimo minuto, che possa ridurre la vasta platea di soggetti obbligati al versamento della nuova imposta.


 
Rimani sempre aggiornato, seguici sui principali social network!
AteneoWeb su Facebook AteneoWeb su LinkedIn AteneoWeb su Twitter AteneoWeb su Google+ AteneoWeb su Blogspot
 
LE 30 PAROLE PIU' CERCATE SU QUESTO SITO NEGLI ULTIMI 30 GIORNI
immobili, contratto, spese, bilancio, irpef, foglio, mod, auto, lavoro, iva, gestione, cud, leasing, detrazioni, paga, fiscale, ici, unico, fiscali, modello, accertamento, f24, software, cessione, calcolo, irap, antiriciclaggio, professionisti, ricorso, affitti
NEWS e RASSEGNA STAMPA - Area Fiscale

  area legale   area lavoro

»Oggi 12:36

La dichiarazione IVA 2015: circolare alla clientela con check list per la raccolta dati
Alcuni soggetti sono obbligati a presentare la dichiarazione IVA in via autonoma (per esempio...

»Oggi 06:46

CATASTO: primo passo verso la riforma. Nuove attribuzioni alle Commissioni censuarie
E` stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 9 del 13 gennaio 2015, il D.Lgs. 17 dicembre...

»Oggi 06:43

Assistenza Fiscale: rimodulati i compensi spettanti ai CAF e ai professionisti abilitati
E` stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 18 del 23 gennaio 2015, il Dlgs 175 del 21...

»Oggi 06:42

Il sequestro conservativo rimane fino al saldo della rateizzazione
L`accordo con l`Amministrazione fiscale non puo' giustificarne la revoca, ma puo' incidere sul...

»Oggi 06:42

Voluntary Disclosure: pubblicata la bozza aggiornata del modello
L`Agenzia delle Entrate ha pubblicato la bozza aggiornata del modello per la richiesta di accesso...

»Oggi 06:39

Autotrasporto merci contro terzi: novita' dalla L. N. 190/2014 (Legge Stabilita' 2015). Introdotta la disciplina della "sub-vettura"
La legge n. 190/2014 (Legge di Stabilita' 2015), all`art. 1, commi dal 247 al 250, apportando...

»Oggi 06:38

L`analisi di bilancio con Excel: nuova versione con importazione dati dai file Xbrl
Abbiamo pubblicato le nuove versioni dei fogli elettronci Excel per la riclassificazione del...

»Ieri

Cessione di contratto di locazione in cui si e` optato per la cedolare secca: l`imposta di registro e` comunque dovuta
In materia di contratti di locazione l`Agenzia Entrate ha precisato (nelle FAQ pubblicate sul...

»Ieri

Non perde la qualifica di ONLUS la fondazione che svolga attivita' connesse a quelle rimborsate dal servizio sanitario
La Fondazione che, al fine di assicurare ai pazienti il completamento di una terapia gia' in...
  Ultima settimana:
 

tutte le notizie...   

Non ricevi le nostre newsletter?
Newsletter AteneoWeb ISCRIVITI QUI

Info Legali e Privacy |  Carta dei Servizi |

© 2001 AteneoWeb® s.r.l. - Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy - staff@ateneoweb.com
c.f. e p.iva 01316560331 - Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331 - Capitale sociale 20.000,00 € i.v.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info - Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003 - Direttore responsabile: Riccardo Albanesi.
Periodico iscritto alla Unione Stampa Periodici Italiana

Progetto, sviluppo software, realizzazione grafica AI Consulting S.r.l.