Il network di AteneoWeb
Home Registrazione gratuita
username / email: password:
password dimenticata?
il carrello è vuoto
stampa

pdf

rss

rss

Giovedì 13/09/2012

Delibere IMU, per i Comuni c’e` tempo fino al 31 ottobre

a cura di: eDotto S.r.l.

 
IN EVIDENZA
EBOOK REVISIONE LEGALE: `LE NOVITA' NORMATIVE E I PRINCIPI DI REVISIONE` 1/3
pubblicato il 20/03/2012, 875 Kb, a cura di: Studio Dott. Antonio Cavaliere
FORMULARIO CONTENZIOSO TRIBUTARIO: SETTORE IMMOBILIARE
pubblicato il 19/10/2009, 1 Kb, a cura di: AteneoWeb S.r.l.
EBOOK REVISIONE LEGALE: `LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI` COMPLETO
pubblicato il 20/03/2012, 1 Kb, a cura di: Studio Dott. Antonio Cavaliere
EASY RATE 2.1 - TASSO EFFETTIVO FACILE.
pubblicato il 02/12/2003, 245 Kb, a cura di: Studio Martini & Associati
altri strumenti utili...
In risposta ad un’interrogazione parlamentare presentata dall’onorevole Zeller alla Camera, il Ministro per i rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, ha precisato che il termine fissato per l’approvazione dei regolamenti e delle delibere relative alle aliquote IMU scade il 31 ottobre e non il 30 settembre 2012, come inizialmente previsto dal decreto “Salva Italia”.

I comuni, dunque, hanno un mese in più di tempo per fissare le aliquote Imu rispettando così la stessa scadenza prevista per gli altri tributi: termine di chiusura dei bilanci preventivi.

I dubbi erano sorti perché il decreto legge n. 201/2011, nell’anticipare la nascita di questa nuova imposta comunale, aveva fissato un termine massimo per l’approvazione delle delibere al 30 settembre 2012.

Nella risposta parlamentare si è precisato che è la norma generale a valere (legge n. 388/2000) e non la regola speciale prevista per il debutto dell’IMU.

A seguito dell’ulteriore proroga, da parte del decreto del ministero dell’Interno, della data per l'approvazione dei bilanci comunali al 31 ottobre dal 30 giugno 2012, non è sembrato più utile mantenere ferma la prima formulazione del 30 settembre fissata appositamente dopo la prima rata di pagamento dell'imposta, dovuta in acconto entro il 16 giugno 2012, per evitare un eccessivo ravvicinamento dei due termini.

Superato, infatti, tale problema non è più necessario che il termine ultimo per le delibere e i regolamenti dell’IMU debba scadere un mese prima della data di approvazione dei bilanci comunali. Ne deriva che il 30 settembre 2012 debba considerarsi termine implicitamente abrogato, “con pieno ripristino del fisiologico meccanismo per cui l'approvazione di deliberazione in materia di tributi locali precede l'approvazione dei bilanci”.

Intanto, il ministero dell’Economia prosegue il lavoro finalizzato al varo definitivo del modello di dichiarazione IMU e delle relative istruzioni. Si resta in attesa di qualche correttivo dell’ultimo minuto, che possa ridurre la vasta platea di soggetti obbligati al versamento della nuova imposta.


 
Rimani sempre aggiornato, seguici sui principali social network!
AteneoWeb su Facebook AteneoWeb su LinkedIn AteneoWeb su Twitter AteneoWeb su Google+ AteneoWeb su Blogspot
 
LE 30 PAROLE PIU' CERCATE SU QUESTO SITO NEGLI ULTIMI 30 GIORNI
contratto leasing fiscali cud gestione ricorso ici foglio irpef immobili spese antiriciclaggio lavoro affitti f24 unico fiscale accertamento iva cessione software detrazioni paga professionisti calcolo mod bilancio auto modello irap
NEWS e RASSEGNA STAMPA - Area Fiscale

  area legale   area lavoro

»Oggi 06:47

Regione Molise: confermate le maggiorazioni Irpef e Irap per piano rientro del deficit sanitario
Nella riunione del 10 aprile 2014 il Tavolo per la verifica degli adempimenti ed il Comitato...

»Oggi 06:47

Attivita` commerciale esercitata da cittadino extracomunitario: previsto il possesso di una residenza anagrafica in Italia
Ai sensi della normativa vigente, lo straniero regolarmente soggiornante in Italia e' tenuto...

»Oggi 06:45

La corretta tenuta della contabilita' e' presupposto per la detrazione Iva
Il contribuente deve annotare sull`apposito registro i documenti comprovanti acquisti e importazioni,...

»Oggi 06:43

Stato di difficolta' economica del`impresa: scioglimento per impossibilita' di conseguire l`oggetto sociale. Il NO del Consiglio Nazionale del Notariato
E` escluso che le difficolta' economiche, per quanto gravi, possano essere ritenute di per se'...

»Venerdì 17/10

L`obbligo di comunicare la PEC entro il 31 ottobre 2014 resta per gli studi associati
Come noto, con la Risoluzione 88/E del 14 ottobre 2014 la Direzione Centrale Accertamento dell`Agenzia...

»Venerdì 17/10

La Revisione Legale: strumenti utili AteneoWeb
Abbiamo pubblicato, in OFFERTA SPECIALE, un interessante pacchetto di strumenti utili al professionista...

»Venerdì 17/10

Calcola il ravvedimento operoso in Excel
IL RAVVEDIMENTO OPEROSO MOD. F24 e' il foglio di calcolo Excel che tanto successo ha ottenuto...

»Venerdì 17/10

La Legge di Stabilita' 2015
Il Consiglio dei Ministri n.33 del 15 ottobre 2014 ha approvato la Legge di Stabilita' 2015....

»Venerdì 17/10

Entrate Tributarie e contributive gennaio-agosto 2014: i dati del Dipartimento delle Finanze
Con il Comunicato Stampa n.234 del 15 ottobre 2014 il Ministero dell`Economia e delle Finanze...
  Ultima settimana:
 

tutte le notizie...   

Non ricevi le nostre newsletter?
Newsletter AteneoWeb ISCRIVITI QUI

Doc valutazione rischi - Clicca per saperne di più!

Info Legali e Privacy |  Carta dei Servizi |

© 2001 AteneoWeb® s.r.l. - Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy - staff@ateneoweb.com
c.f. e p.iva 01316560331 - Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n° 01316560331 - Capitale sociale 20.000,00 € i.v.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info - Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003 - Direttore responsabile: Riccardo Albanesi.
Periodico iscritto alla Unione Stampa Periodici Italiana

Progetto, sviluppo software, realizzazione grafica AI Consulting S.r.l.