Il network di AteneoWeb
Home Registrazione gratuita
username / email: password:
password dimenticata?
il carrello è vuoto
stampa

pdf

rss

rss

Leggi articolo: LA TASSAZIONE DEGLI UTILI DI PARTECIPAZIONE SOCIETARIA PRESUNTIVAMENTE DISTRIBUITI AI SOCI - Approfondimento area fiscale del 10/02/2011

Giovedì 10/02/2011

LA TASSAZIONE DEGLI UTILI DI PARTECIPAZIONE SOCIETARIA PRESUNTIVAMENTE DISTRIBUITI AI SOCI

a cura di: Bollettino Tributario d'Informazioni

Una questione che e' oggetto di frequenti interventi giurisprudenziali, peraltro non sempre concordanti, e' quella riguardante l`imputazione ai soci degli utili presuntivamente distribuiti agli stessi a seguito di accertamento in rettifica operato dall`Amministrazione finanziaria in capo a societa' di appartenenza, specialmente quando si tratti di societa' di persone o anche di capitali a ristretta base azionaria.
 
IN EVIDENZA
INDICATORI DI NORMALITA' ECONOMICA UNICO SC 2013
pubblicato il 20/02/2013, 48 Kb, a cura di: AteneoWeb S.r.l.
DOMANDA DI RIMBORSO DELLE IMPOSTE DIRETTE
pubblicato il 22/03/2006, 3 Kb, a cura di: Dott. Danilo Sciuto
LIBRERIA DI ACCESSO A DATABASE MICROSOFT JET V2.6
pubblicato il 15/06/2006, 5.182 Kb, a cura di: Studio Meli modulistica
SOCIETA' DI COMODO. ATTIVITA' DI LOCAZIONE E NOLEGGIO DI UNITA' DA DIPORTO.
pubblicato il 04/10/2011, 1 Kb, a cura di: Studio Dr. Rag. Giancarlo Modolo
altri strumenti utili...
Con riferimento alle societa' di persone per ben comprendere i termini della questione e' bene ricordare anzitutto che in base all`art. 5, primo comma, del TUIR, i redditi delle societa' semplici, in nome collettivo e in accomandata semplice, e cioe' delle so- cieta' di persone, residenti nel territorio dello Stato, sono imputabili a ciascun socio, indipendentemente dalla percezione, proporzionalmente alla sua quota di partecipazione agli utili.

Inoltre e' da tenere presente che per effetto delle norme contenute negli artt. 2313, 2318 e 2320 c.c. nella societa' in accomandata semplice:
a. i soci accomandatari rispondono solidamente e illimitatamente per le obbligazioni sociali mentre i soci accomandanti rispondono limitatamente alla quota conferita (art. 2313 c.c.);
b. l`amministrazione della societa' puo' e'ssere conferita soltanto ai soci accomandatari i quali hanno la rappresentanza della societa' (art. 2318 c.c.);
c. i soci accomandanti non possono compiere atti di amministrazione ne' trattare o concludere affari in nome della societa' se non in forza di procura speciale per singoli affari, e tuttavia «hanno diritto di avere comunicazione annuale del bilancio e del conto dei profitti e delle perdite, e di controllarne l`esattezza, consultando libri e gli altri documenti della societa'» (art. 2320 c.c.).
A cio' si aggiunga che in base all`art. 2262 c.c., applicabile anche agli altri tipi di societa' di persone, «salvo patto contrario, ciascun socio ha diritto di percepire la sua parte di utili dopo l`approvazione del rendiconto».

2. La distribuzione degli utili ai soci delle societa' di persone
Ora proprio nel rispetto della normativa citata, gia' con due sentenze la sezione tributaria della Corte di Cassazione ha ritenuto legittima l`irrogazione della sanzione amministrativa prevista dall`art. 1, secondo comma, del D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 471, a carico dei soci di societa' di persone che avevano dichiarato, per la parte di loro spettanza, ai fini IRPEF, il reddito societario nella misura risultante dalla rettifica operata dall`Amministrazione finanziaria a carico della societa' ai fini ILOR.
Piu' precisamente i giudici di legittimita', accogliendo la tesi sostenuta dal fisco, hanno ricordato come per giurisprudenza consolidata della stessa Cassazione si dovesse ritenere che il reddito di partecipazione agli utili societari del socio di societa' di persone costituisca, ai fini IRPEF, reddito proprio del socio al quale esso viene imputato sulla base di una presunzione legale di effettiva percezione, sicche' e' irrilevante che «in punto di fatto il socio non abbia ancora percepito, rimanendone peraltro creditore, gli utili ai quali egli ha diritto per avere rinviato ad altro esercizio l`esazione del credito o per avere reinvestito l`utile stesso in attivita' sociali o per un altro qualsiasi motivo».

Assai significativa e' soprattutto quella parte della sentenza n. 2699/2002 citata nella quale viene contestata la validita' dell`affermazione, contenuta nella decisione della Commissione regionale impugnata, intesa a sostenere l`inesistenza di elementi idonei a provare che i soci accomandanti si siano ingeriti nella gestione sociale e quindi l`impossibilita' per gli stessi soci di contribuire fattivamente ad alterare i dati contabili fiscalmente rilevanti del bilancio.
Correttamente la Suprema Corte ha dichiarato che siffatta affermazione dei giudici di merito non e' per- tinente al problema qui affrontato e ha giustamente osservato che la responsabilita' del socio accomandante ha il suo presupposto nel comportamento attivo di detto socio, per avere egli semplicemente dichiarato un reddito di partecipazione inferiore a quello conse- guito dalla societa', sicche' l`irrogazione della sanzione conseguente nei suoi confronti e' legittima anche se non gli puo' essere addebitata l`alterazione dei dati della contabilita' o del bilancio della societa'.

Per visualizzare l`intero articolo cliccare qui.

Per abbonarsi al Bollettino Tributario e ricevere l`omaggio di AteneoWeb cliccare qui.

Bollettino Tributario


 
Rimani sempre aggiornato, seguici sui principali social network!
AteneoWeb su Facebook AteneoWeb su LinkedIn AteneoWeb su Twitter AteneoWeb su Google+ AteneoWeb su Blogspot
 
Affiliazioni - Clicca per saperne di più!
APPROFONDIMENTI - Area Fiscale

  area legale   area lavoro

LA CASSAZIONE SI ESPRIME IN MERITO ALLA TASSAZIONE DEL TRUST
»Ieri
LA CASSAZIONE SI ESPRIME IN MERITO ALLA TASSAZIONE DEL TRUST
Seguendo una logica alquanto discutibile, la Cassazione afferma che il trust deve essere tassato con l`applicazione dell`imposta sulle successioni e donazioni e le imposte ipotecarie e catastali proporzionali, all`atto della sua costituzione, anche se, in tale momento, non si verifica alcun trasferimento effettivo dei beni in capo ai beneficiari.
DDL CONCORRENZA. E IL MERCATO? OCCORRE ANCORA ASPETTARE
»Ieri
DDL CONCORRENZA. E IL MERCATO? OCCORRE ANCORA ASPETTARE
RIAPERTURA TERMINI (ANCHE) FISCALI: IL TESTO GUADAGNA L`OK DEFINITIVO
»Venerdì 27/02
RIAPERTURA TERMINI (ANCHE) FISCALI: IL TESTO GUADAGNA L`OK DEFINITIVO
Un differimento rilevante, in tempi di crisi, e' quello per i contribuenti che hanno perso la possibilita' di rateizzare i propri debiti fiscali, per i quali si spalanca una finestra.
VISTO CONFORMITA` ALLA PRECOMPILATA: I PARTICOLARI PER CHI DEVE APPORLO
»Venerdì 27/02
VISTO CONFORMITA` ALLA PRECOMPILATA: I PARTICOLARI PER CHI DEVE APPORLO
Dall`Agenzia il quadro sugli adempimenti a carico di Caf e professionisti che prestano assistenza fiscale, alla luce delle modifiche introdotte dal Dl semplificazioni.
CONTO CORRENTE BANCARIO. LE NOVITA`: PORTABILITA` GRATUITA E IN TEMPI STRETTI
»Venerdì 27/02
CONTO CORRENTE BANCARIO. LE NOVITA`: PORTABILITA` GRATUITA E IN TEMPI STRETTI
Portabilita` gratuita per il conto corrente e tempi stretti per trasferire i fondi e i servizi attivi come i rid (domiciliazioni), gli ordini permanenti di bonifico, etc.
TRIBUTI E IMPOSTE NON PAGATE. LE NOVITA` DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO DAL 1 GENNAIO
»Mercoledì 25/02
TRIBUTI E IMPOSTE NON PAGATE. LE NOVITA` DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO DAL 1 GENNAIO
Il nostro Governo sta cercando di rendere piu` appetibili le regolarizzazioni spontanee delle violazioni di mancato o insufficiente pagamento di imposte e tributi, il cosiddetto "ravvedimento operoso" tramite il quale si puo` fruire di sanzioni ridotte.
TUTTE LE NOVITA` (E LE CONFERME) DEL MODELLO 730/2015 (REDDITI 2014)
»Martedì 24/02
TUTTE LE NOVITA` (E LE CONFERME) DEL MODELLO 730/2015 (REDDITI 2014)
I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi) possono presentare la dichiarazione con il modello 730.
SOPRAVVIVERE AL CREDIT CRUNCH
»Martedì 24/02
SOPRAVVIVERE AL CREDIT CRUNCH
Il sistema bancario non e' un antagonista, ma un partner dell`azienda; come tale va coinvolto anche nelle decisioni relative ai periodi difficili.
  Ultimo mese:
 

tutti gli articoli...   

ARCHIVIO
»Martedì 24/02
Isole Canarie: Sanita', Assistenza Medica, Ospedali, Farmacie. Guida Completa
»Martedì 24/02
Le Nuove Liste Di Controllo Assirevi Per L`informativa Di Bilancio Di Banche, Intermediari Finanziari, Sim, Sgr E Assicurazioni
»Lunedì 23/02
Comunicazione Annuale Dati Iva: Nel 2015 C`e` Tempo Fino Al 2 Marzo
»Lunedì 23/02
Crisi D`impresa E Cause Di Scioglimento Della Societa` In Concordato Preventivo
»Venerdì 20/02
Isee 2015: Guida Completa Sul Calcolo Giacenza Media Su Conto Corrente E Patrimonio Mobiliare
»Lunedì 16/02
Chiuso Il Progetto "pec Al Cittadino", Indicazioni Dell`agenzia Per L`italia Digitale
»Giovedì 12/02
Sindacato Di Voto (o Di Blocco) E Voting Trust
»Giovedì 12/02
L`agenzia Emana La Circolare In Materia Di Split Payment
»Mercoledì 11/02
Domanda Tassativa Entro Il 28 Febbraio Per I Minimi Che Vogliono Il Regime Inps Agevolato
»Mercoledì 11/02
Breve Guida Alle Notifiche Via Pec Degli Avvocati

altro...

Info Legali e Privacy |  Carta dei Servizi |

© 2001 AteneoWeb® s.r.l. - Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy - staff@ateneoweb.com
c.f. e p.iva 01316560331 - Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331 - Capitale sociale 20.000,00 € i.v.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info - Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003 - Direttore responsabile: Riccardo Albanesi.
Periodico iscritto alla Unione Stampa Periodici Italiana

Progetto, sviluppo software, realizzazione grafica AI Consulting S.r.l.