Il network di AteneoWeb
Home Registrazione gratuita
username / email: password:
password dimenticata?
il carrello è vuoto
Cerca
stampa

pdf

rss

rss

Leggi articolo: La tassazione degli immobili all'estero e la legge  44/2012 - Approfondimento area fiscale del 14/05/2012

Lunedì 14/05/2012

La tassazione degli immobili all'estero e la legge 44/2012

a cura di: Studio Valter Franco

L'articolo 19 del D.L. 201/2011 ha disposto la tassazione degli immobili all'estero di proprietà di persone fisiche residenti in Italia.
 
IN EVIDENZA
ANALISI ECONOMICO FINANZIARIA BASILEA2, SULLE INDICAZIONI DEI DOTTORI COMMERCIALISTI 2015 (ESERCIZI 2014-2010)
pubblicato il 27/07/2015, 1.771 Kb, a cura di: Studio Meli e Studio Manuali
ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, PER BILANCI IN FORMA ORDINARIA 2015 (ESERCIZI 2014-2010)
pubblicato il 27/07/2015, 2.055 Kb, a cura di: Studio Meli e Studio Manuali
ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, PER BILANCI IN FORMA ABBREVIATA 2015 (ESERCIZI 2014-2010)
pubblicato il 27/07/2015, 2.392 Kb, a cura di: Studio Meli e Studio Manuali
INDICE DI ALTMAN: SOFTWARE PER LA VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE FINANZIARIA E PATRIMONIALE DI UN'IMPRESA
pubblicato il 27/07/2015, 1.458 Kb, a cura di: Studio Meli e Studio Manuali
altri strumenti utili...
Il successivo D.L. 16/2012, comma 16, lettera e, articolo 8, ha modificato ulteriormente le disposizioni di cui sopra, che risultano ulteriormente modificate in sede di conversione del D.L. 16/2012 nella Legge 26/4/2012 n. 44.

A seguito di tale conversione schematicamente esponiamo i presupposti e le modalità di tale tassazione, che ha decorrenza dal 2011 e che dovrà essere evidenziata nella dichiarazione dei redditi Unico 2012.

soggetti obbligati
Persone fisiche residenti nel territorio dello stato
oggetto dell'imposta
Immobili all'estero a qualsiasi uso destinati
aliquota dell'imposta
0,76% del valore degli immobili (l'imposta non è dovuta se non supera euro 200,00)
valore dell'immobile
- Costo risultante dall'atto di acquisto o dai contratti e, in mancanza, dal valore di mercato
- Per gli immobili situati in paesi appartenenti alla UE o in paesi aderenti allo spazio economico europeo il valore è quello catastale come determinato e rivalutato nel paese dove l'immobile è situato ai fini dell'assolvimento di imposte di natura patrimoniale o reddituale e, in mancanza, da quello di cui al periodo precedente, e cioè:
valore dell'atto di acquisto o dei contratti e, in mancanza di questo valore di mercato.
detrazioni dall'imposta
Dall'imposta di cui al comma 13 si deduce, fino a concorrenza del suo ammontare, un credito d'imposta pari all'ammontare dell'eventuale imposta patrimoniale versata nello Stato in cui e' situato l'immobile. Per gli immobili situati in Paesi appartenenti alla Unione europea o in Paesi aderenti allo Spazio economico europeo che garantiscono un adeguato scambio di informazioni, dalla predetta imposta si deduce un credito d'imposta pari alle eventuali imposte di natura patrimoniale e reddituale gravanti sullo stesso immobile, non gia' detratte ai sensi dell' articolo 165 del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917

Per coloro che prestano lavoro all'estero per lo Stato italiano, per una sua suddivisione politica o amministrativa o per un suo ente locale e le persone fisiche che lavorano all'estero presso organizzazioni internazionali cui aderisce l'Italia la cui residenza fiscale in Italia sia determinata, in deroga agli ordinari criteri previsti dal Testo Unico delle imposte sui redditi, in base ad accordi internazionali ratificati, l'imposta di cui al comma 13 e' stabilita nella misura ridotta dello 0,4 per cento per l'immobile adibito ad abitazione principale e per le relative pertinenze. L'aliquota ridotta si applica limitatamente al periodo di tempo in cui l'attivita' lavorativa e' svolta all'estero. Dall'imposta, inoltre, qualora l'immobile sia destinato ad abitazione principale, si detraggono euro 200 (come per l'IMU) maggiorata di 50 euro per ogni figlio di età non superiore ai 26 anni, dimorante abitualmente e residente nell'unità immobiliare.

IL CASO DEGLI IMMOBILI IN FRANCIA
In Francia gli immobili sono gravati da due tasse: la taxe d'habitation (che viene pagata da chi occupa l'immobile) e la taxe fonciere: quest'ultima è assimilabile all'ICI-IMU italiana e costituisce la tassazione del bene-patrimonio, quindi la base imponibile della taxe fonciere costituirebbe analoga base per la tassazione in Italia: così non è poiché la taxe fonciere viene determinata non sul valore dell'immobile, bensì sul valore "locatizio" dell'immobile, una sorta di "rendita da affitto" (revenu net cadastral) e, quindi per l'imposizione in Italia, non si è in grado di stabilire un valore equivalente a quello "catastale" del bene (per essere più chiari non ci risulta si possa moltiplicare il "valore locatizio" per un coefficiente e quindi determinare il valore dell'immobile).
Non potendo quindi utilizzare la base di calcolo della taxe fonciere dovrei quindi prendere a base
- il costo risultante dall'atto di acquisto
- in mancanza del predetto valore quello di mercato.
Specie nei casi in cui l'unità immobiliare sia stata acquistata anni fa è certamente più conveniente la tassazione sul costo risultante dall'atto di acquisto, poiché reca valori "storici" e, quindi, non corrispondenti a quelli attuali ed effettivi degli immobili.
Supponendo che l'immobile in Francia sia tenuto a disposizione dal proprietario e che il valore dell'atto di acquisto sia pari a 200.000 euro, l'imposta sarà quindi pari a 1.520 euro (200.00 x 0,76%): dall'imposta così determinata si detrae un credito di imposta pari a quello della taxe fonciere pagata in Francia nel 2011; per quello che riguarda il credito di imposta da taxe fonciere, occorre ancora precisare che è necessario rilevare dall' avis d'imposition Taxes fonciere (inviato dalla direzione generale delle pubbliche finanze francesi) la composizione della tassa ed escludere la taxe ordures ménagéres (l'equivalente della tassa rifiuti) - vedasi fac simile sotto riportato.
Rifacendoci al fac simile sotto riportato, il credito di imposta sarà pari a 740 euro, dato dalla somma di 478 + 257 + 5= 740 (escluso l'importo di 226 euro riferito alla taxe ordures ).
Sempre riferendoci all'esempio di cui sopra, dalla tassa dovuta di 1.520 euro detrarrò quindi un credito di imposta di 740 euro, versando così 780 euro (valore dell'immobile 200.000 euro, imposta 0,76% = 1.520 euro - credito di imposta 740 euro).

Questo, almeno, per quanto ci risulta.

Rag. Valter Franco


 
Rimani sempre aggiornato, seguici sui principali social network!
AteneoWeb su Facebook AteneoWeb su LinkedIn AteneoWeb su Twitter AteneoWeb su Google+ AteneoWeb su Blogspot
 
APPROFONDIMENTI - Area Fiscale

  area legale   area lavoro

REGNO UNITO: UN ALGORITMO DIGITALE CONTRO L'EVASIONE FISCALE
»Giovedì 23/07
REGNO UNITO: UN ALGORITMO DIGITALE CONTRO L'EVASIONE FISCALE
Un sistema matematico e una piattaforma statistica per la definizione dei livelli di rischio sono le principali funzionalità.
LA CAPITALIZZAZIONE DEGLI ONERI RELATIVI ALLA RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO
»Mercoledì 22/07
LA CAPITALIZZAZIONE DEGLI ONERI RELATIVI ALLA RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO
Il Consiglio nazionale dei commercialisti, con il contributo della Commissione per lo studio dei principi contabili nazionali presieduta dal prof. Capodaglio, ha emanato il secondo documento della serie dedicata agli approfondimenti tecnico-applicativi sui principi contabili nazionali.
ESECUZIONI IMMOBILIARI: SOSPENSIONE DEI TERMINI PROCESSUALI E SALDO PREZZO
»Mercoledì 22/07
ESECUZIONI IMMOBILIARI: SOSPENSIONE DEI TERMINI PROCESSUALI E SALDO PREZZO
AVVISI DI ACCERTAMENTO: LA CONSULTA RIBADISCE L'OBBLIGO DI RISPETTARE IL TERMINE DEI 60 GIORNI
»Mercoledì 15/07
AVVISI DI ACCERTAMENTO: LA CONSULTA RIBADISCE L'OBBLIGO DI RISPETTARE IL TERMINE DEI 60 GIORNI
Giunge un'altra conferma in merito all'obbligo, da parte dell'Ufficio, di rispettare il termine perentorio dei 60 giorni, prima di poter emettere qualunque avviso di accertamento, anche se emesso ai sensi del 37-bis, comma 4, DPR 600/1973 (Disposizioni antielusive). E, questa volta, è una conferma di quelle che non si possono discutere.
GASOLIO AUTOTRASPORTATORI: RIDUZIONE ACCISE 2° TRIMESTRE 2015
»Lunedì 29/06
GASOLIO AUTOTRASPORTATORI: RIDUZIONE ACCISE 2° TRIMESTRE 2015
TRUST: ATTO SIMULATO O AZIONE REVOCATORIA?
»Lunedì 29/06
TRUST: ATTO SIMULATO O AZIONE REVOCATORIA?
Il Tribunale accoglie la revocatoria ma nega che un trust, in cui il disponente figuri tra i beneficiari e abbia il potere di revocare il trustee, possa essere considerato interposto.
UNA LEGGE SU PREMI E RICOMPENSE
»Lunedì 22/06
UNA LEGGE SU PREMI E RICOMPENSE
Considerato che le sanzioni, pur se sistematicamente inasprite, dimostrano di non essere un adeguato deterrente nei confronti dei cittadini disonesti, pare lecito domandarsi se non potrebbe tornare, viceversa, utile una legge concernente delle ricompense per i contribuenti virtuosi.
IN SCADENZA IL TERMINE PER LE RIVALUTAZIONI DI TERRENI E PARTECIPAZIONI
»Martedì 16/06
IN SCADENZA IL TERMINE PER LE RIVALUTAZIONI DI TERRENI E PARTECIPAZIONI
MARKETING E PRIVACY: I DIRITTI DEL CONSUMATORE
»Lunedì 15/06
MARKETING E PRIVACY: I DIRITTI DEL CONSUMATORE
IL MODELLO AA9/12 - PARTITA IVA PERSONE FISICHE
»Venerdì 12/06
IL MODELLO AA9/12 - PARTITA IVA PERSONE FISICHE
  Ultimo mese:
 

tutti gli articoli...   

ARCHIVIO
»Lunedì 01/06
Gli Studi Di Settore Per I Redditi 2014
»Venerdì 29/05
L'importo Del Diritto Camerale 2015
»Giovedì 28/05
Trust E Azione Revocatoria
»Giovedì 28/05
Aerei, Traghetti, Treni E Autobus. Quali Diritti Se Il Passeggero Rinuncia Al Viaggio?
»Mercoledì 27/05
Agevolazioni Per La Nascita E Lo Sviluppo Di Società Cooperative Di Piccola E Media Dimensione (nuova Marcora)
»Lunedì 25/05
Per La Cassazione Le Scelte D'impresa Sono Insindacabili
»Mercoledì 20/05
Un Memorandum Per Il Visto Di Conformità Per I Professionisti
»Martedì 19/05
Il Ravvedimento Operoso 2015
»Venerdì 15/05
Scomputo Delle Ritenute Sui Redditi Di Lavoro Autonomo E D'impresa In Assenza Di Certificazione
»Mercoledì 13/05
Imposte Locali Sulla Casa: Imu, Tari, Tasi, Etc. Novita' 2015
»Martedì 12/05
Col Trust Niente Arricchimento: Imposte In Misura Fissa
»Venerdì 08/05
Le Detrazioni Per I Familiari A Carico
»Giovedì 07/05
La Procedura Contro Il Sovraindebitamento

altro...

Esecuzioni Immobiliari - Clicca per saperne di piu!

Info Legali e Privacy |  Carta dei Servizi |

© 2001 AteneoWeb® s.r.l. - Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy - staff@ateneoweb.com
c.f. e p.iva 01316560331 - Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331 - Capitale sociale 20.000,00 € i.v.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info - Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003 - Direttore responsabile: Riccardo Albanesi.
Periodico iscritto alla Unione Stampa Periodici Italiana

Progetto, sviluppo software, realizzazione grafica AI Consulting S.r.l.