Software Gestidee- semplifica e organizza il lavoro - Clicca per maggiori informnazioni!
Lunedì 27 maggio 2013

Esame avvocato: il turismo forense nostrano si sposta in Romania

a cura di: Studio Legale Gabriella Filippone
E' la Romania la "nuova" frontiera dell'abilitazione alla professione forense.
Come di recente apparso sulla stampa, l'ordine di Tivoli ha disposto indagini conoscitive relativamente alla legittimità e legalità di iscrizioni come avvocati stabiliti di laureati italiani che hanno conseguito il titolo di "avocat" in Romania.
Il problema: sembra si tratti non di volenterosi laureati italiani che hanno svolto un percorso formativo in Romania superando poi all'estero l'esame, bensì di soggetti che, rivolgendosi ad alcune "agenzie", avrebbero ottenuto il titolo utilizzando percorsi decisamente meno faticosi.
Di mezzo ci sarebbe una associazione romena, guidata da un soggetto di cui è facile reperire nel web notizie, relative a condanne per l'esercizio abusivo della professione forense (in Romania) e che avrebbe di fatto creato un albo "non ufficiale".
Diventati avvocati in Romania in quest'albo, alcuni hanno chiesto l'iscrizione negli ordini italiani come avvocati stabiliti (ai sensi del d. lgs. 96/2001, che ha recepito nell'ordinamento italiano la Direttiva 98/5/CE).

Il Dipartimento degli affari di giustizia di via Arenula ha inviato una richiesta di informazioni alle competenti autorità rumene per accertare se, accanto al percorso legittimo e regolare per diventare avvocato in Romania, esista un percorso alternativo privo di legittimità. La vicenda andrà seguita in quanto non è ancora giunta alla sua conclusione.
La riflessione è questa: ha senso un sistema (quello attuale italiano) dove chiunque viene portato su di un palmo di mano fino alla laurea in giurisprudenza, prima, e al certificato di compiuta pratica, poi, per poi ritrovarsi di fronte a quella lotteria che è l'esame di avvocato?1
Il mercato è saturo e per ovviare a ciò in Italia rendono estremamente duro e faticoso l'accesso alla professione, parliamo del titolo di avvocato che, una volta ottenuto, come tutti sappiamo non garantisce un posto fisso, come quello statale. Tanto fatica, tanta incertezza, per cosa o per chi?
Seppure in Italia, come da più parti lamentano, ci sono troppi avvocati, quantomeno che non ostacolino l'accesso alla professione; che senso ha bacchettare e penalizzare così eserciti di praticanti, colpevoli solo di aver scelto la facoltà di giurisprudenza e poi quella della pratica presso un dominus, con esami di avvocato di inaudita durezza? In gioco c'è forse un posto di lavoro garantito? No.
Preferisco di gran lunga la normativa spagnola a quella italiana, ha il pregio di non sovraccaricare.

1. vedi Esame avvocato: il turismo forense si sposta in Romania — www.leggioggi.it

AUTORE:

Avv. Gabriella Filippone

Avvocato del foro di Pescara
Studio Legale Gabriella Filippone
Laurea in Giurisprudenza conseguita presso l'Università degli studi G. D'annunzio di Chieti - Teramo. Avvocato, con studio in Pescara. Mi occupo di diritto civile e di alcuni settori penali. Ho maturato...
esperienza specialistica nel contenzioso civile prevalentemente nei settori recupero crediti e locazioni immobiliari.

Ho prestato attività di collaborazione e consulenza legale in favore di un’associazione dei consumatori di rilevanza nazionale, maturando esperienza nel settore del consumerismo nell’ambito della tutela del consumatore.
Redattrice di scritti, contributi e articoli per riviste giuridiche on line.
Gli stretti legami con l'editoria specialistica permettono di offrire soluzioni di buon standard.
Offro domiciliazioni legali, assistenza nella stipula di contratti e convenzioni, consulenze legali anche aziendali, assistenza stragiudiziale.
Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS