Venerdì 8 novembre 2013

Pmi, definizione dei limiti dimensionali

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
Ecco le caratteristiche principali stabilite dal legislatore per la corretta individuazione di piccole e medie imprese.
Dipendenti, fatturato e requisito d'indipendenza. Sono questi i criteri di riferimento stabiliti dal legislatore comunitario e recepiti nel nostro ordinamento con il decreto 18 settembre 1997 del Ministero dell'Industria e del Commercio e dell'Artigianato.
Il tessuto industriale e imprenditoriale del nostro paese è fortemente caratterizzato dalle piccole e medie imprese. Molto spesso, in virtù dell'importanza rivestita nel contesto economico nazionale e delle caratteristiche strutturali di tali soggetti economici, l'Amministrazione concede benefici e incentivi per sostenere l'attività svolta dalle Pmi. Ma quali sono i limiti dimensionali da prendere come riferimento per il riconoscimento di tali agevolazioni?

Il sopra citato decreto ministeriale ha stabilito le seguenti caratteristiche per la corretta definizione di piccole e medie imprese:

  • meno di 250 dipendenti;
  • un fatturato annuo non superiore a 40 milioni di euro, oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 27 milioni di euro;
  • essere in possesso del requisito di indipendenza: nello specifico che il capitale o i diritti di voto non siano detenuti per il 25% o più da una sola impresa oppure congiuntamente da più imprese non conformi alle definizioni di piccola e media impresa.

È importante sottolineare che i tre principi sopra esposti sono di carattere cumulativo, nel senso che ai fini di una corretta valutazione tutti e tre devono sussistere congiuntamente.
I limiti appena citati sono ulteriormente rivisti al ribasso per la più restringente definizione di ‘piccola' impresa, dal momento che per questo grado dimensionale il legislatore prevede:

  • meno di 50 dipendenti;
  • un fatturato annuo non superiore a 7 milioni di euro, oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 5 milioni di euro;
  • essere in possesso del requisito di indipendenza.

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 21546 del 20 settembre scorso, analizzando eventuali norme agevolative riservate alle piccole e medie imprese, ha confermato il perfetto allineamento del nostro ordinamento ai principi comunitari, salvo che le norme prevedano, con riferimento a imprese operanti in particolari settori di attività, parametri dimensionali inferiori a quelli massimi previsti dalla previgente definizione di Pmi.

DOCUMENTI IN EVIDENZA:

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali