Lunedì 19 maggio 2014

La detassazione dei premi di produttività per il 2014

a cura di: Studio Dott.ssa Giorgia Signaroldi
Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri 19 febbraio 2014 in G.U. n. 98/2014 - comma 481 dell'art.1 della Legge 228/2012.

Il DPCM 19/02/2014 regolamenta per il periodo 1° gennaio - 31 dicembre 2014 le modalità attraverso le quali sarà possibile fruire dell'imposta sostitutiva IRPEF e delle addizionali regionali e comunali, pari al 10%, sulle somme erogate a titolo di retribuzione di produttività come previste dai contratti collettivi di lavoro sottoscritti a livello aziendale o territoriale.

Anche quest'anno, l'imposta sostitutiva potrà trovare applicazione soltanto per i titolari di reddito di lavoro dipendente (del settore privato) percepito nel 2013 in misura non superiore a euro 40.000. Aumenta invece a 3.000 euro lordi il limite massimo di retribuzione di produttività di cui può beneficiare il singolo lavoratore.
Continuano ad essere applicate, ove compatibili, le disposizioni di cui al precedente DPCM 22/01/2013 e, quindi, possono definirsi retribuzioni di produttività le voci retributive erogate, in esecuzione di contratti, con espresso riferimento ad indicatori quantitativi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione.
Per retribuzione di produttività si intendono anche le voci retributive erogate in esecuzione di contratti che prevedano l'attivazione di una misura in almeno 3 delle seguenti aree d'intervento: ridefinizione dei sistemi di orari e della loro distribuzione con modelli flessibili; introduzione di una distribuzione flessibile delle ferie; adozione di misure volte a rendere compatibile l'impiego di nuove tecnologie con la tutela dei diritti fondamentali dei lavoratori; attivazione di interventi in materia di fungibilità delle mansioni e di integrazione delle competenze. Gli accordi collettivi o aziendali che prevedono le retribuzioni di produttività devono essere depositati alla DTL entro 30 giorni dalla sottoscrizione o dall'entrata in vigore del DPCM 19/02/2014 per quelli già firmati.

AUTORE:

Dott.ssa Giorgia Signaroldi

Consulente del lavoro
Studio Dott.ssa Giorgia Signaroldi
Nata nel 1971 ho conseguito la laurea in Economia Politica all’Università commerciale Luigi Bocconi nel 1995. Dopo aver frequentato un Master in Gestione e Organizzazione del personale, ho lavorato...
nell’Ufficio del Personale presso la sede milanese di una delle più importanti multinazionali leader nel settore dell'elettronica e della tecnologia digitale a livello mondiale., con la funzione di Responsabile della selezione e della formazione delle Risorse Umane. Ha conseguito l’abilitazione all'esercizio della professione di Consulente del Lavoro e la relativa iscrizione all'albo dei Consulenti del Lavoro di Piacenza nel 2003 (n. 195 del 25/09/2003). Sono titolare di uno Studio si consulenza del lavoro che si occupa di Amministrazione, Selezione Formazione e sviluppo delle Risorse Umane. Opero concretamente nell’ambito dell’intermediazione del personale, poiché sono delegata dalla Fondazione Consulenti per il Lavoro a svolgere attività di intermediazione del lavoro, ricerca e selezione del personale, formazione e ricollocazione professionale (n° delega pc00952fl).
Grazie a tale delega, ho fondato, con altri Consulenti del Lavoro delegati di Piacenza e provincia, C.L.Ass., Consulenti del Lavoro Associati per l’intermediazione, un’associazione di Consulenti del Lavoro specializzata in ricerca e selezione del personale, formazione e ricollocazione professionale.
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS