Mercoledì 28 novembre 2012

DVR obbligatorio anche per le società (o studi associati) SENZA lavoratori dipendenti?

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
Dal prossimo 1° gennaio 2013, tutte le aziende (anche quelle che occupano meno di 10 lavoratori), dovranno adottare il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR).
Per ulteriori dettagli leggi il nostro articolo Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) obbligatorio per tutti dal 1° gennaio 2013.

In questa occasione vogliamo dedicarci al particolare caso di società (o studi associati) che, pur non avendo lavoratori dipendenti in senso proprio, si avvalgono dell'opera di soci, amministratori, praticanti.

L'art. 2 del DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008 , n. 81 propone le seguenti definizioni:
a) «lavoratore»: persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un'attivita' lavorativa nell'ambito dell'organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un'arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari.
Al lavoratore cosi' definito e' equiparato:
il socio lavoratore di cooperativa o di societa', anche di fatto, che presta la sua attivita' per conto delle societa' e dell'ente stesso;
l'associato in partecipazione di cui all'articolo 2549, e seguenti del codice civile;
il soggetto beneficiario delle iniziative di tirocini formativi e di orientamento di cui all'articolo 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196, e di cui a specifiche disposizioni delle leggi regionali promosse al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro o di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro;
l'allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il partecipante ai corsi di formazione professionale nei quali si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali limitatamente ai periodi in cui l'allievo sia effettivamente applicato alla strumentazioni o ai laboratori in questione;
il volontario, come definito dalla legge 1° agosto 1991, n. 266;
i volontari del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e della protezione civile;
il volontario che effettua il servizio civile;
il lavoratore di cui al decreto legislativo 1° dicembre 1997, n. 468, e successive modificazioni;
b) «datore di lavoro»: il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che, secondo il tipo e l'assetto dell'organizzazione nel cui ambito il lavoratore presta la propria attivita', ha la responsabilita' dell'organizzazione stessa o dell'unita' produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa.


Quindi, se da un lato è chiaro che chi svolge la propria attività individualmente (da solo e per proprio conto) non sia tenuto alla applicazione delle disposizioni in materia di salute e di sicurezza di cui al D. Lgs. n. 81/2008 non altrettanto può dirsi nel caso di società o studio associato.
Per esempio, in una società senza lavoratori dipendenti ma con un legale rappresentante (soggetto che … ha la responsabilita' dell'organizzazione stessa o dell'unita' produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa) e almeno un altro amministratore (persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un'attivita' lavorativa nell'ambito dell'organizzazione di un datore di lavoro …, con o senza retribuzione) dovrebbe essere obbligatoria l'adozione di un DVR. Idem nel caso di un professionista che, seppur esercitante l'attività in forma individuale, si avvalga di un praticante (persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un'attivita' lavorativa nell'ambito dell'organizzazione di un datore di lavoro …, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un'arte o una professione).

I dubbi non mancano ma le sanzioni previste consigliano la massima prudenza. Ricordiamo che le sanzioni previste sono:

  • per omessa redazione del DVR - arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da € 2.500 a € 6.400. La pena dell'arresto e' estesa da 4 a 8 mesi nelle azienda a rischio di incidente rilevante e con l'esposizione a rischi biologici, cancerogeni/mutageni, di atmosfere esplosive, etc.,
  • per incompleta redazione del DVR con omessa indicazione delle misure ritenute opportune al fine di garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza, misure di prevenzione e protezione, DPS, procedure sulle misure da adottare e distribuzione dei compiti e delle responsabilita', - ammenda da € 2.000 a € 4.000
  • per incompleta redazione del DVR con omessa indicazione sulla relazione della valutazione di tutti i rischi, l'individuazione delle mansioni che espongono i lavoratori a rischi specifici o richiedono riconosciuta capacita' professionale, specifica esperienza ed adeguata formazione - ammenda da € 1.000 a € 2.000.

I controlli competono agli ispettori delle ASL ma anche l'ISPESL, l'ARPA, Carabinieri addetti al nucleo ispettorato del lavoro, ispettori dell'Agenzia delle Entrate e militari della Guardia di Finanza
I controlli specifici sono avviati in modo indipendente ma scattano automaticamente a seguito di una denuncia di infortunio all'INAIL.

Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web