Mercoledì 24 novembre 2004

TRASPARENZA FISCALE: ANCORA NOVITA' CON LA CM 49/E

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
Gli articoli 115 e 116 del nuovo Testo Unico delle Imposte sui Redditi disciplinano il regime di tassazione per trasparenza dei redditi prodotti dalle società di capitali.
La legge 7 aprile 2003, n. 80, ha delegato il Governo ad attuare la riforma del sistema fiscale italiano ed al fine di incrementare la competitività del sistema produttivo del nostro Paese ha stabilito, tra gli altri, i seguenti principi e criteri direttivi cui attenersi per riformare l'imposizione sul reddito delle società:
"facoltà delle società di capitali i cui soci siano a loro volta società di capitali residenti, ciascuna con una percentuale di partecipazione non inferiore al 10 per cento, di optare per il regime di trasparenza fiscale delle società di persone.
La stessa opzione potrà eventualmente essere consentita in presenza di soci non residenti solo nel caso in cui nei loro confronti non si applichi alcun prelievo sugli utili distribuiti.
La società che esercita l'opzione garantisce con il proprio patrimonio l'adempimento degli obblighi tributari da parte dei soci;
previsione di un'opzione analoga a quella di cui alla presente lettera per le società a responsabilità limitata a ristretta base proprietaria esclusivamente composta da persone fisiche e rientranti nell'ambito di applicazione degli studi di settore;
esclusione dell'opzione di cui alla presente lettera o), se già esercitata, cessazione dei suoi effetti nel caso di detenzione da parte della società a responsabilità limitata di partecipazione in società con i requisiti per l'esenzione di cui alla lettera c);
equiparazione ai fini delle imposte dirette della società a responsabilità limitata che esercita l'opzione ad una società di persone".

L'istituto in esame costituisce senz'altro una delle principali novità introdotte dalla riforma nel nostro ordinamento tributario perché, per la prima volta, il reddito prodotto da una società di capitali residente potrà essere imputato direttamente alle altre società di capitali socie, a prescindere dalla sua effettiva percezione.

L'opzione deve essere esercitata dalla società partecipata e da tutti i soci.
I soci devono comunicare l'esercizio dell'opzione alla partecipata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno entro il prossimo 31 dicembre 2004.

A poche settimane dal termine per l'esercizio dell'opzione, l'Agenzia delle Entrate ha diramato una circolare (n. 49/E del 22 novembre 2004) che analizza nel dettaglio gli aspetti tecnico-giuridici che contraddistinguono il nuovo regime di tassazione per trasparenza.
In particolare precisa che sono previsti:
- l'utilizzo della trasparenza "a catena";
- la non tassazione degli utili eccedenti rispetto al reddito imputato per trasparenza;
- la possibilità che il socio tenga conto degli effetti della trasparenza già in sede di acconto previsionale;
- la facoltà per le Srl neo costituite di aderire all'istituto a prescindere dai ricavi conseguiti.

La circolare completa è di 148 pagine ed è prelevabile dal sito internet del Ministero (clicca qui)

Vi segnaliamo che è on line su questo sito internet un foglio di calcolo Excel Vba per permettere all'utente di valutare, in modo semplice ed immediato, la convenienza di tale operazione. Il programma permette l'imputazione dei dati reddituali dei soci e calcola l'irpef marginale relativa al reddito derivante dalla tassazione per trasparenza. Successivamente, il programma esegue un raffronto tra le imposte complessivamente da pagare nel caso di esercizio dell'una o dell'altra opzione. Il programma è disponibile nella sezione "Riforma fiscale Tremonti" (clicca per accedere) Vi ricordiamo che è disponibile sul nostro sito internet, anche un servizio di RISPOSTA A QUESITI (clicca QUI per accedere).
AUTORE:

AteneoWeb

AteneoWeb S.r.l.
Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS