Lunedì 24 maggio 2010

TERRITORIALITA' IVA E SUBVETTORI: SI APPLICA L'IVA

a cura di: Studio Valter Franco
La tesi del contribuente e il parere dell'Agenzia delle Entrate.

La tesi del contribuente
Il 16/03/2010, con l'assistenza dello studio, una ditta di autotrasporti ha formulato alla DRE Piemonte dell'Agenzia delle Entrate istanza di interpello ai sensi Legge 212/2000 nella quale si è chiesto quale sia la corretta applicazione delle disposizioni iva, in particolare dell'art. 7 ter, nel caso di rapporti di subvezione.

Il caso prospettato era il seguente:

  • Trasporto: inizio in Italia e fine in altro stato UE
  • Committente: soggetto economico UE
  • Trasportatore: italiano (A)
  • Modalità di fatturazione del trasporto: art. 7 ter

Sin qui non si rilevavano particolari difficoltà nell'applicazione della norma, mentre alcune complicanze sorgevano in considerazione di quanto segue.
Il trasportatore italiano A affida parte o tutta l'esecuzione del trasporto ad altro autotrasportatore italiano (B) e la soluzione prospettata dal ns. assistito corrispondeva alla seguente: il trasportatore italiano B (sub vettore) fattura la tratta eseguita del trasporto al trasportatore italiano A (vettore principale) senza applicazione dell'iva ai sensi dell'art. 7 ter; conseguentemente il trasportatore italiano B non avrebbe presentato alcun modello Intra, poiché la fatturazione era avvenuta nei confronti di un operatore nazionale (il vettore principale, trasportatore A).

Il parere dell'Agenzia delle Entrate
La DRE Piemonte dell' Agenzia delle Entra- te con protocollo 10/28732 del 19 maggio 2010 non ha accolto la tesi prospettata dal contribuente, argomentando, sinteticamente, che il presupposto soggettivo di cui all'art. 7 ter si realizza quando il prestatore del servizio risiede in un paese diverso dall'Italia, pertanto le prestazioni di subvezione in questione debbono essere assoggettate ad iva con aliquota ordinaria.

In pratica

  • Trasporto: inizio in Italia e fine in altro stato UE
  • Committente: soggetto economico UE
  • Trasportatore: italiano (A)
  • Modalità di fatturazione del trasporto dal trasportatore A al committente: senza applicazione iva art. 7 ter
  • Esecuzione di tratta del trasportodaparte del trasportatore B (sub vettore): fattura al trasportatore A con aliquota iva 20%

E' evidente che nel caso di elevato numero ed ammontare di rapporti di subvezione, il trasportatore A vedrà maturare un consistente importo di credito IVA.

A cura di Valter Franco

AUTORE:

Rag. Valter Franco

Ragioniere commercialista, revisore contabile
Studio Valter Franco
Collabora con Ateneoweb dal 2003. Dal 1978 lo studio assiste i propri clienti in tutti gli adempimenti societari, contrattuali, fiscali, contabili, durante le fasi di accertamento e quelle del contenzioso...
tributario. Lo studio ha maturato inoltre significative esperienze nel campo del trattamento dei dati personali (privacy) e della normativa antiriciclaggio per professionisti, tenendo convegni in diverse località italiane sul tema.
Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS