Mercoledì 15 gennaio 2014

Recupero edilizio e risparmio energetico : legge di stabilità

a cura di: Studio LS LexJus Sinacta
Il D.L. n. 63/2013 convertito in legge n. 90/2013 ha introdotto precedentemente alcune disposizioni in materia di agevolazioni. Con successivo DL Salva Italia, gli incentivi sono stati ulteriormente aumentanti favorendo lo sviluppo del mercato in generale e dei settori maggiormente in crisi.
Infine con la legge di stabilità n. 147/2013, sono state introdotte ulteriori modifiche alla disciplina delle agevolazioni sui lavori di recupero edilizio e risparmio energetico.
Le agevolazioni relative al primo intervento sono passate dal 36% al 50% fino al 31.12.2014, fino al 31.12.2015 con riduzione al 40%. Le seconde invece sul risparmio energetico, dal 50% al 65% fino al prossimo 31.12.2014.

Un ulteriore appendice alla seguente disciplina riguarda l'acquisto di mobili ed elettrodomestici il cosidetto "nuovo" bonus fino ad un massimo di 10.000 euro.

In intesi la seguente tabella riassuntiva delle agevolazioni ad oggi presenti di cui i contribuenti possono beneficiare:

Caso
Importo detraibile
Tetto fiscale
Scadenza intervento
Recupero edilizio
50%
96.000
26.06.2013-31.12.2014
Recupero edilizio
40%
96.000
01.01.2015-31.12.2015
Acquisto di mobili e grandi elettrodomestici
50%
10.000
06.06.2013-31.12.2014
Risparmio Energetico
65%
A seconda del tipo di intervento.
Max 10 rate
06.06.2013-31.12.2014
Risparmio Energetico
50%
A seconda del tipo di intervento.
Max 10 rate
01.01.2015-31.12.2015

Le agevolazioni relative sia al recupero edilizio che all'acquisto di mobili e arredi riguardano : la spese di ordinaria e straordinaria manutenzione, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia. Gli elementi di arredo e gli elettrodomestici riguardanti le agevolazioni invece riguardano : letti, armadi, librerie, tavoli, sedie, sanitari. Sono escluse porte e parquet, tende e tendaggi. Per gli apparecchi domestici solo quelli contrassegnati dall'etichetta energetica A+ o superiore (frigoriferi, lavatrici, congelatori, apparecchi di cottura e apparecchi di condizionamento fra i più importanti).

Possono essere utilizzati per i mobili e ed elettrodomestici, pagamenti sia carte di credito che di debito sia i bonifici. Importante che nella fattura d'acquisto ci sia l'indicazione del codice fiscale e la partita iva del beneficiario. Per le spese di ristrutturazione e risparmio energetico occorre predisporre il bonifico dedicato reperibile in banca o nella propria piattaforma home banking.
In ultimo i soggetti ammessi a tale agevolazioni differiscono in base all'intervento:

  • Persone fisiche tutte le agevolazioni
  • Imprese individuali, società e gli enti commerciali solo interventi relativi al risparmio energetico secondo il criterio di competenza.

AUTORE:

Dott. Artemio Gnerre

Dottore Commercialista.
Studio LS LexJus Sinacta
Artemio Mauro Gnerre, collaboratore dello studio LS LexJus Sinacta una realtà consolidata di avvocati e commercialisti, presente in tutta Italia con oltre 200 professionisti e 10 sedi. Nato nel 1979,...
Laureato in Economia e Commercio presso l'Universita di Bologna nel 2004, iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti dal 2010, esperienza decennale nella consulenza di medie e grandi imprese nello stesso anno è iscritto nell'elenco dei Revisori Legali dei Conti.

Presta assistenza e consulenza nella predisposizione di Compliance Company Programs ex D.lgs.n.231/2001 , nelle operazioni straordinarie Corporate e di Merger & Acquisition per il settore Turistico, sopporta gli Enti Locali nelle politiche di riordino dei servizi pubblici.
Recenti pubblicazioni relativead alcune ricerche in ambito Risk Management e Internal Audit e alcune conferenze in America Latina presso alcune Università Pubbliche che lo vedono come specialista e cultore della materia.
Parla Inglese e Spagnolo.
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Documenti correlati:

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS