Martedì 9 gennaio 2007

QUANDO CONVIENE IL "FORFETTINO"? RISCHIO SORPRESE A CHI SI AFFIDA AL CASO

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
L'art. 13 della Legge n. 388 del 23 dicembre 2000 ha introdotto un regime fiscale agevolato (c.d. "forfettino") per le persone fisiche che intraprendono una nuova attività di lavoro autonomo o di impresa, che prevede il pagamento di un'imposta sostitutiva del 10% e alcune semplificazioni contabili.

L'agevolazione è riservata:

  • alle persone fisiche che iniziano un'attività artistica o professionale ovvero d'impresa ai sensi rispettivamente degli articoli 49 e 51 del testo unico;
  • alle imprese familiari di cui all'art. 5, comma 4, del citato testo unico; in tal caso l'imposta sostitutiva e' dovuta dal titolare dell'impresa.

Per poter aderire al regime agevolato:

  • il contribuente non deve avere esercitato nei tre anni precedenti, neppure in forma associata o familiare, un'attività artistica, professionale o d'impresa, fatte salve le ipotesi di praticantato obbligatoriamente previsto ai fini dell'esercizio di arti o professioni.
  • la nuova attività non deve costituire, in nessun modo, mera prosecuzione di altra attività precedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente o autonomo, anche sotto forma di collaborazione coordinata e continuativa.
  • l'ammontare dei ricavi/compensi non deve superare il limite di Euro 30.987,41 per l'attività professionale o artistica e per le imprese aventi ad oggetto prestazioni di servizi o di Euro 61.974,82 per le imprese esercenti altre attività;
  • nel caso di prosecuzione di attività d'impresa svolta da altro soggetto, per esempio a seguito di acquisto o successione nell'azienda, l'ammontare dei ricavi dal realizzati dal cedente nel precedente periodo d'imposta non deve superare il limite di Euro 30.987,41 per le imprese esercenti prestazioni di servizi o di Euro 61.974,82 per le imprese che esercitino altre attività.
  • siano regolarmente adempiuti gli obblighi previdenziali, assicurativi ed amministrativi.

Il regime agevolato si applica al periodo d'imposta d'inizio dell'attività e ai due successivi.
Sul reddito di lavoro autonomo o d'impresa, determinato rispettivamente ai sensi degli articoli 50 e 79 del testo unico delle imposte dirette approvato con DPR 22 dicembre 1986, n. 917, realizzato dai soggetti che chiedono di avvalersi del regime fiscale agevolato, è dovuta un'imposta sostitutiva dell'imposta sul reddito delle persone fisiche nella misura del 10%. Considerato che il predetto reddito è soggetto ad imposta sostitutiva e quindi non partecipa alla determinazione del reddito complessivo IRPEF, lo stesso non costituisce base imponibile per l'applicazione delle addizionali all'imposta sul reddito delle persone fisiche. Restano, per contro, immutati gli obblighi sostanziali in materia di IVA ed IRAP.
La mancata tassazione IRPEF comporta però una conseguenza negativa: l'impossibilità di operare detrazioni e deduzioni IRPEF e quindi l'impossibilità di dedurre, a solo titolo di esempio, gli oneri previdenziali derivanti dall'attività e gli altri oneri normalmente deducibili (spese mediche, interessi mutuo prima casa, ecc. ecc.)

Per questo motivo, non è sempre agevole la scelta fra regime ordinario e "forfettino".

Su questo sito internet è disponibile
Forfettino 2007: calcolo di convenienza
Programma in MSExcel per Windows che stima il carico fiscale 2007 per una nuova iniziativa imprenditoriale confrontando il regime ordinario con quello previsto dal c.d. forfettino ex art. 13 L. 388/2000. Il foglio contiene anche una ampia descrizione del regime fiscale con le agevolazioni contabili conseguenti ed e' aggiornato con le novita' della legge finanziaria 2007.

Vi ricordiamo che è disponibile sul nostro sito internet, anche un servizio di RISPOSTA A QUESITI (clicca QUI per accedere).
AUTORE:

AteneoWeb

AteneoWeb S.r.l.
Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS