Giovedì 3 luglio 2014

Prima casa e immobili di lusso: uniformità del criterio ai fini IVA e ai fini dell'imposta di registro

a cura di: Studio Rebecca & Associati
Il nuovo decreto "semplificazioni" (C.D.M. del 20 giugno 2014) interviene nella definizione di "immobile di lusso", sostituendo, anche ai fini IVA, la definizione di cui al DM 2 agosto 1969 con il criterio della categoria catastale.
Si ricorda come, a seguito della riforma della disciplina applicabile ai trasferimenti immobiliari a titolo oneroso dal 1° gennaio 2014, si sia generata una sorta di doppio binario, che ha destato, invero, non poche perplessità.
Infatti, mentre fino al 31 dicembre 2013 l'individuazione degli immobili di lusso, ai fini della possibilità di beneficiare delle agevolazioni prima casa, avveniva unicamente sulla base dei criteri di cui al D.M. 2 agosto 1969, dal 1° gennaio 2014 si deve far riferimento a criteri diversi:

  • ai fini IVA, continua ad applicarsi il D.M. 2 agosto 1969; sono, pertanto, assoggettabili all'aliquota IVA agevolata del 4% i trasferimenti di abitazioni "prima casa" che non siano "di lusso" secondo i requisiti di cui al citato D.M. 2 agosto 1969;
  • ai fini dell'imposta di registro, si deve, invece, fare riferimento alla categoria catastale di appartenenza, con la conseguenze che sono assoggettabili all'imposta di registro nella misura agevolata del 2% i trasferimenti di abitazioni "prima casa" che non siano accatastate nelle categorie A/1, A/8 e A/9, categorie rappresentative di "immobili di lusso", a prescindere da qualsiasi altra considerazione.

Il nuovo decreto "semplificazioni" (non ancora in vigore) mira ad aggiustare, dunque, questa discrepanza, adottando il criterio della categoria catastale anche ai fini IVA e prevedendo, pertanto, l'applicazione dell'aliquota agevolata al 4% ai trasferimenti di abitazioni "prima casa" che non siano "di lusso", intendendo per tali le abitazioni accatastate nelle categorie A/1, A/8 e A/9 e non, invece, quelle che presentano i requisiti di cui al D.M. 2 agosto 1969.
In conclusione, se la disposizione entrerà in vigore, la definizione di "immobile di lusso" - ai fini delle agevolazioni "prima casa" - sarà la stessa sia ai fini IVA sia ai fini dell'imposta di registro: in entrambi i casi, saranno definiti "immobili di lusso", e dunque esclusi dalle agevolazioni, le abitazioni accatastate nelle categorie A/1, A/8 e A/9, a prescindere da qualsiasi altro requisito.

AUTORE:

Dott. Giuseppe Rebecca

Dottore Commercialista. Revisore legale.
Studio Rebecca & Associati
Fondatore dello Studio Rebecca & Associati, ha conseguito la laurea in Economia e Commercio, con indirizzo aziendale, presso l'Università Luigi Bocconi di Milano nel 1971. Dal 4 febbraio 1972 è iscritto...
all'Ordine dei Dottori Commercialisti di Vicenza, e dal 1977 nel Ruolo dei Revisori Ufficiali dei Conti. Dal 1995 Revisore Legale.
È perito iscritto presso il Tribunale di Vicenza, Sindaco di società e consulente di Società ed Enti, pubblici e privati, di settori e dimensioni diverse.
Consulente Tecnico di Tribunali del Veneto (Venezia, Verona, Vicenza, Padova, Rovigo), dell'Emilia Romagna (Bologna, Ferrara, Ravenna), della Lombardia (Mantova, Milano) e del Trentino Alto Adige (Bolzano).
Curatore Fallimentare e Commissario Giudiziale di procedure anche rilevanti.
Presidente della Commissione Arbitrato del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e componente di più Commissioni di Studio, nazionali e locali.
Componente onorario della Conferenza Permanente dei Presidenti degli Ordini dei Dottori Commercialisti delle Tre Venezie.
Relatore in convegni di carattere giuridico e fiscale anche per il Consiglio Superiore della Magistratura.
Arbitro iscritto presso le Camere Arbitrali di Milano, Padova, Verona e Vicenza.
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web