Lunedì 28 maggio 2012

La dichiarazione congiunta

a cura di: Studio Fanni
I contribuenti nel Modello 730 possono avvalersi della "dichiarazione congiunta", ossia della possibilità di inviare un'unica dichiarazione per tassare i redditi propri e del coniuge e detrarne le relative spese.
Quando può essere utilizzata la dichiarazione congiunta?
  • quando entrambi i coniugi possiedono tipologie di redditi che possono essere dichiarate nel modello 730;
  • quando almeno uno dei coniugi ha un sostituto d'imposta al momento della presentazione della dichiarazione.

Presentare la dichiarazione congiunta può essere molto conveniente quando uno dei due coniugi ha maturato un credito molto alto e l'altro è a debito, in modo da compensare le partite opposte. Oppure può essere altrettanto conveniente quando uno dei due coniugi non ha sostituto d'imposta al momento della presentazione del modello e, utilizzando il datore di lavoro del contribuente dichiarante, ottiene in tempi brevi un eventuale rimborso.
Sin qua è tutto molto semplice, ma è evidente che quando si va a trattare i casi specifici emergono dubbi interpretativi che di volta in volta vanno chiariti. Di seguito riporterò alcune domande che mi sono state poste dai clienti in questa campagna 730:
Una coppia di coniugi, entrambi con reddito di lavoro dipendente, è obbligata a presentare la dichiarazione congiunta?
No, la dichiarazione congiunta di marito e moglie non è un obbligo ma una facoltà che il Fisco concede ai coniugi.
Una coppia convivente può presentare la dichiarazione congiunta?
No, la dichiarazione congiunta può essere presentata solo da soggetti che hanno contratto il matrimonio civile.
Due coniugi che contraggono matrimonio in corso d'anno, possono presentare la dichiarazione congiunta?
Si, purché il matrimonio sia antecedente alla presentazione della dichiarazione.
Nel caso di decesso del coniuge, il coniuge superstite può effettuare la dichiarazione 730 congiunta?
No, in caso di decesso di uno dei due coniugi avvenuto prima della presentazione della dichiarazione dei redditi, il coniuge superstite dovrà presentare il Modello Unico (non il 730!) in qualità di erede dichiarando i redditi del de cuius.

Fonte: http://giovannifanni.blogspot.com
AUTORE:

Dott. Giovanni Fanni

Dottore Commercialista e Revisore Legale
Studio Fanni
Nasce a Cagliari nel 1977, dove consegue la laurea in Economia e Commercio nel 2002 e successivamente il Master in Auditing e Controllo Interno presso l’Università di Economia di Pisa, ottenendo la...
certificazione IAEP (International Auditing Education Program Partnership dell'Institute of Internal Auditors).
E’ iscritto all’Ordine dei Dottori Commercialisti di Cagliari ed è Revisore Legale dei Conti.
Blogger e autore per la rivista fiscale Fisco 7, esercita la professione occupandosi prevalentemente di consulenza aziendale, societaria e tributaria.
Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS