Venerdì 22 ottobre 2004

L'IMPOSTA SULLE SUCCESSIONI E DONAZIONI: ESENZIONE PER I CITTADINI COMUNITARI

a cura di: Studio Cozzi Dottori Commercialisti Associati
L' imposta sulle successioni è stata, come noto, profondamente rinnovata con la legge n. 383/2001 (legge dei 100 giorni).
In tale sede si è stabilito che, per i beni caduti in successione, l'imposta medesima non è dovuta, indipendentemente dal loro valore e dal grado di parentela tra il defunto e i beneficiari, a decorrere dal 25 ottobre 2001.
Appare quindi evidente come la disciplina italiana delle successioni sia la più vantaggiosa tra quelle esistenti in Europa.
Tanto più che ogni cittadino straniero, che trasferisce la propria residenza in Italia, può usufruire dei benefici fiscali previsti dalla normativa italiana.
Infatti, l'art. 456 del Codice Civile,prevede che la successione si apra al momento della morte, nel luogo dell'ultimo domicilio del de cuius.

Per domicilio si intende la volontà di un soggetto di costituire e mantenere in un luogo la sede principale dei propri interessi; la residenza, al contrario, sottende la sua permanenza in un luogo con sufficiente stabilità.
A conferma di quanto sopra citato, la legge N. 218, 31 maggio 1995, relativa alla riforma del sistema italiano di diritto internazionale privato, sancisce che la giurisdizione italiana in materia successoria sussista nel caso in cui:
- il defunto sia cittadino italiano al momento della morte;
- la successione si apra in Italia;
- la parte dei beni ereditari, di maggior consistenza economica, sia situata in Italia;
- il convenuto sia domiciliato o residente in Italia o abbia accettato la giurisdizione italiana;
- la domanda debba riguardare beni immobili situati all'estero.

L'unica eccezione è rappresentata dai beni immobili e dai diritti reali immobiliari facenti parte dell'attivo ereditario, per i quali devono essere corrisposte le imposte di trascrizione che sono:
- l'imposta ipotecaria;
- l'imposta catastale.
La loro corresponsione da parte del contribuente avviene con la procedura dell'autoliquidazione che prevede:
- la compilazione del modello di versamento;
- il versamento delle imposte autoliquidate;
- la compilazione del prospetto di liquidazione.
Le imposte ipotecarie e catastali, calcolate nella misura del 3%, devono essere raffrontate al valore lordo degli immobili e dei diritti reali immobiliari.
Nel caso in cui, uno degli eredi riceva in successione un immobile che per lo stesso rappresenti la prima casa, le imposte ipotecaria e catastale, vengono applicate nella misura fissa pari a 129, 11 euro.
Nel caso delle donazioni, fermo restando i valori della franchigia pari a euro 180.759,91, è necessario effettuare una distinzione tra il rapporto di parentela intercorrente tra il dante causa e il beneficiario; infatti è esclusa ogni imposizione per gli atti di liberalità effettuati nei confronti del coniuge, dei discendenti in linea retta e degli altri parenti entro il quarto grado.
Non vengono invece contemplati gli affini per i quali i trasferimenti sono a titolo oneroso.

Come previsto in materia successoria, anche le donazioni sono regolate dalla legge nazionale del donante al momento della donazione.
Il donante può, con dichiarazione espressa contestuale alla donazione, sottoporre la donazione stessa alla legge dello Stato in cui egli risiede.
La donazione è valida, quanto alla forma, se è considerata tale dalla legge che ne regola la sostanza oppure dalla legge dello Stato nel quale l'atto è compiuto

Vi ricordiamo che è disponibile sul nostro sito internet, anche un servizio di RISPOSTA A QUESITI (clicca QUI per accedere).
AUTORE:

Ernesto Cozzi

Studio Cozzi Dottori Commercialisti Associati
Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS