Martedì 30 agosto 2005

IVA DETRAIBILE ANCHE SENZA OPERAZIONI IMPONIBILI

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
Anche se l'attività economica non ha ancora generato operazioni imponibili, spetta al contribuente la detrazione dell'Iva sulle operazioni effettuate, senza dover aspettare l'inizio dell'effettivo esercizio di impresa.
Sono queste le conclusioni della Commissione tributaria Regionale dell'Umbria - Sezione V che con la sentenza del 12/04/2005 n. 20 ha ribadito le costanti pronunce della Suprema Corte di Cassazione, nonché di vari Commissioni, confermando che "il diritto alla detrazione compete anche se l'attività' economica non ha dato luogo ad operazioni imponibili e va esercitato senza limitazioni per tutte le imposte che hanno gravato le operazioni a monte, senza dover aspettare l'inizio
dell'effettivo esercizio di impresa".

Riportiamo il testo integrale della sentenza:

Intitolazione:
IVA - Detrazione - Attività economica che non da' luogo ad operazioni imponibili - Spetta.

Testo:
Con atto depositato il 10 novembre 2003 la G.E.G di G.A. e C. proponeva rituale e tempestivo appello avverso la decisione della Commissione Tributaria Provinciale di Perugia dell'11.4.2002.
Sosteneva l'appellante ribadendo tale suo principio anche in sede di ulteriore memorie depositate il 4 dicembre 2004 che aveva diritto alle detrazioni di imposta (I.V.A.) così come richiesto mentre l'ufficio
sosteneva che la detrazione dell'IVA sugli acquisti era subordinata al verificarsi della condizione per cui i beni e i servizi acquistati siano inerenti all'effettivo, concreto, non potenziale esercizio dell'attività' di impresa.
L'appello così come proposto va accolto in quanto il diritto alla detrazione compete anche se l'attività' economica non ha dato luogo ad operazioni imponibili e va esercitato senza limitazioni per tutte le imposte che hanno gravato le operazioni a monte, senza dover aspettare l'inizio dell'effettivo esercizio di impresa.
In tal senso vi sono pronuncie costanti della Suprema Corte di Cassazione nonché di vari Commissioni di merito in particolare basta osservare la sentenza n. 6083 della Commissione Civile del 26.4.2001, la n. 17514 del 9.12.2002 e la n. 5599 del 9.4.2003 tutte conformi al principio sopra ricordato.
Le argomentazioni pertanto dell'ufficio appellato non hanno alcuna rilevanza a fronte della costante giurisprudenza espressa in favore della tesi dell'odierno appellante.
La decisione pertanto dei Giudici di primo grado va in tal senso riformata.
Sussistono comunque giusti motivi per dichiarare la compensazione delle spese di giudizio.
P.Q.M.
In riforma della decisione della Commissione Tributaria Provinciale di Perugia accoglie l'appello del contribuente. Spese compensate.

Vi ricordiamo che è disponibile sul nostro sito internet, anche un servizio di RISPOSTA A QUESITI (clicca QUI per accedere).
AUTORE:

AteneoWeb

AteneoWeb S.r.l.
Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report