Attivazione Siti Web per Professionisti - commercialisti, legali, consulenti del lavoro - Clicca per maggiori informnazioni!
Lunedì 19 gennaio 2015

Isole Canarie: fisco, normative, curiosita', stile di vita

a cura di: Studio Commerciale Tributario
Le Canarie non sono un paradiso fiscale, ma fanno parte della Spagna e quindi dell'Unione Europea con i molti vantaggi che ne conseguono. Infatti, le Isole Canarie essendo situate in una zona molto periferica godono di un regime fiscale molto vantaggioso in quanto hanno una tassazione ridotta rispetto alla Spagna ed anche a paragone degli altri Stati Europei. Ricordiamo quindi che le Isole Canarie (contrariamente a quanto affermano diversi consulenti poco preparati in questa specifica materia) NON sono "Paradisi Fiscali" e NON sono quindi inserite nella "Black List" di riferimento utilizzata da parte di tutte le Autorità e Funzioni competenti in materia di fiscalità e tributi.

Con l'entrata in vigore di disposizioni del Governo Spagnolo, mirate a promuovere lo sviluppo economico e sociale e la diversificazione produttiva dell'area, l'arcipelago delle Canarie (intendendo tutte le Isole Tenerife, Gran Canaria, Lanzarote, La Gomera, El Hierro, La Palma e Fuerteventura) viene dichiarata Zona Specaile ed offre prospettive interessanti per gli investitori ed imprenditori. L'Arcipelago Canario, Comunità Autonoma facente parte della Spagna, per la sua posizione insulare decentrata e le sue peculiarità ( ora classificata dall'Unione Europea come "Regione Ultraperiferica") ha sempre goduto di un regime economico e fiscale più vantaggioso rispetto alle altre Regioni spagnole.

Questo permette alle Isole Canarie di godere di agevolazioni molto interessanti per coloro che vogliano investire aprendo attività o società, ma le opportunità sono anche nell'investimento immobiliare e nel godere di un regime agevolato.

IN COSA CONSISTONO I VANTAGGI DI TASSAZIONE ISOLE CANARIE

Le Canarie essendo una Comunità Autonoma anche se fa parte della Spagna, ha avuto sempre una tassazione favorevole rispetto alle altre regioni spagnole. Il regime fiscale delle Canarie prevede per le imprese la possibilità di usufruire di una tassazione con un aliquota del 4%. Quindi uno dei migliori regimi fiscali europei se non il migliore oggi. Inoltre, nelle Isole Canarie l'IVA (IGIC) è del 7 % per molti prodotti e servizi fino a toccare l'aliquota massima di 13,5 % per prodotti di lusso o non di prima necessità e in alcuni casi dello 0% per le nuove tecnologie e servizi informatici. Ovviamente, tutto ciò, di per se offre molti vantaggi agli imprenditori che stanno considerando di aprire una società alle Canarie.

Oltre il regime fiscale a bassa tassazione le Isole Canarie offrono il vantaggio di avere sempre una temperatura media sui 22/24 gradi per tutto l'anno. Non ci sono eventuali spese di riscaldamento e comunque il costo della vita è più basso rispetto all'Italia. Non ci sono spese per vestiario di tipo autunnale ed invernale. Questa situazione si riflette anche su una riduzione delle spese di conduzione (riscaldamento) e manutenzione sul proprio immobile. Costo della vita contenuto rispetto al trend Italiano e medio dell'Europa.

Alle Canarie non c'è smog, sia grazie ad una politica di preservazione dell'ambiente che per la continua ventilazione; inquinamento acque e terreni inesistenti. La tutela dei cittadini canari non riguarda solo la salute ma anche la sicurezza, grazie ad un sistema di prevenzione e controllo la delinquenza e gli atti violenti sono praticamente inesistenti. L'ottimo livello della qualità della vita è infatti una prerogativa molto importante ed apprezzata dagli imprenditori ed investitori.

Il Regime Economico e Fiscale delle Isole Canarie (REF) prevede quindi una varietà di incentivi fiscali per la creazione e sviluppo di nuove imprese autorizzate dall'Unione Europea e dalla legge spagnola per compensare la propria posizione periferica. Alcuni vantaggi e incentivi fiscali dovuti alla tassazione isole Canarie sono la assenza di tasse per trasferimenti patrimoniali e atti giuridici documentati per le nuove società domiciliate nelle Isole Canarie. In alcuni casi no IVA (IGIC) per l'acquisto di beni d'investimento. Riduzione dell'imponibile fino al 90% degli utili non distribuiti che vengono utilizzati per l'acquisto di immobili alle Isole Canarie. Taglio del 50% sulle tasse societarie e sull' IRPEG per la vendita di prodotti delle Isole Canarie. Quindi per i prodotti agricoli, industriali, pesca e allevamento. Riduzione della tassazione delle società e IRPEG per gli investimenti fatti nelle Isole Canarie.

Tutto questo regime di tassazione isole Canarie rende questi luoghi pur considerati Paradisi Fiscali appetibili per l´esercizio di attività di investimento ed imprenditoriali svolte legalmente. Il REF canario contiene una serie di incentivi e deduzioni fiscali relativi alla creazione e sviluppo delle attività d'impresa, contemplati nella normativa spagnola ed autorizzati dalle istituzioni della UE:
  • Esenzione della tassa sui Trasferimenti Patrimoniali e Atti Giuridici Documentati per le Società di nuova costituzione domiciliate alle Canarie si ampliano, modernizzano o delocalizzano.
  • Esenzione, in specifici casi, dell' IGIC per l'acquisto di beni d'investimento.
  • Riduzione sulla base imponibile dell' Imposta sulle Società fino al 90% degli utili non distribuiti destinati all' acquisto di beni immobili nuovi o usati in Canaria ( riserva per gli investimenti ).
  • Sconto del 50% sulla quota dell' Imposta sulle Società e sull' IRPEG derivata dalla vendita di generi prodotti nell' Arcipelago Canario, specifico per le attività agricole, industriali, gli allevamenti e la pesca ( compatibile con la riserva per gli investimenti ).
  • Sconti sull' Imposta sulle Società e sull' IRPEG per investimenti effettuati in Canaria.
  • L'imposta indiretta IGIC é similare all' IVA, ma abitualmente ha un'aliquota del 7% per beni e servizi "ordinari" ed arrivare ad un massimo del 13,5 % per beni e servizi "non primari" (acquisto o noleggio auto, acquisti beni preziosi ecc. ecc.) o di lusso; in alcune particolare applicazioni si riduce a ZERO (acquisto nuove tecnologie, informatica , ecc. ecc.)
  • Registro Navale Speciale che include:
  • L'esenzione della Tassa sui Trasferimenti Patrimoniali.
  • Lo sconto del 90% sull' Imposta sulle Società.
  • Lo sconto del 90% sui contributi sociali ( INPS locale, etc. ) pertinenti alle Società.
  • La considerazione di rendita esente del 50% per il personale imbarcato soggetto all' IRPEG per il lavoro effettuato durante la navigazione effettiva su navi regolarmente iscritte nel registro speciale.
  • ZEC : Prorogato sino al 2026, introducendo ulteriori agevolazioni, lo Speciale modello d'imposizione fiscale a regime ridotto (4%) di cui beneficiano le Società neo costituite nelle Isole Canarie, Spagna, Unione Europea. Per Imprese, aventi precisi requisiti, che si costituiranno ed attiveranno entro il 31/12/2020.

Non da meno vi è stata l'approvazione di due Zone Franche: una a Gran Canaria e una a Tenerife.
Questo comporta la possibilità di ottenere interessanti vantaggi economici per lo sviluppo di attività imprenditoriali insediati in queste aree.
La Zona Franca è una zona doganale all'interno della quale si possono svolgere una serie di attività come la lavorazione e trasformazione di prodotti, semilavorati e materie prime, all'immagazzinamento, packaging e distribuzione di merci il tutto senza applicazione ne di oneri ne di imposte indirette.

I VANTAGGI DELLE ZONE FRANCHE NELLE ISOLE CANARIE:

Lo scopo della creazione di una Zona Franca è quello di potenziare le attività del commercio Internazionale, qualsiasi merce può transitare dalla Zona Franca indipendentemente dalla sua provenienza. Le merci possono essere vendute liberamente sia all'interno del Mercato Comune Europeo che, in tutte le altre destinazioni nel Mondo. Tutte le operazioni realizzate all'interno della Zona Franca risulteranno esenti da qualsiasi tipo d'imposta. Le imprese istallate nella Zona Franca Canaria potranno godere (in applicazione al REF) del vantaggio consistente nel fatto che le operazioni di "perfezionamento attivo" non possono essere limitate da condizioni economiche perché non esistono requisiti finalizzati al rispetto della concorrenza di altre imprese della Comunità Europea.

Per "Perfezionamento Attivo" si intende la generazione di valore aggiunto mediante attività produttiva o di trasformazione. Questo consente l'esonero del pagamento delle tariffe per materie prime e componenti importati, nelle Zone Franche Canarie queste operazioni non sono soggette al versamento di IVA; questa verrà versata solo se si esporterà la merce nell'UE, ma NON dovrà essere pagata caso di esportazioni verso paesi terzi.

AUTORE:

Dott.ssa Esmeralda Trogu

Ragioniera, tributarista, consulente fiscale e aziendale.
Studio Commerciale Tributario
Diploma di scuola secondaria: Ragioneria, materie commerciali e giuridiche Istituto Tecnico Commerciale L. Mossa - Oristano, Sardegna Italia. Università degli studi di Cagliari: Facoltà di Scienze Economiche,...
Giuridiche e Politiche.

Risanatrice aziendale abile nello stabilire linee guida di revisione chiare e nel definire lo scopo di ciascuna revisione da principio. Ottima capacità nel comunicare apertamente con colleghi e clienti.
Consulente aziendale e fiscale professionista capace di controllare le questioni di bilancio in modo diligente per raggiungere la responsabilità e la trasparenza finanziaria.
Tributarista esperta della normativa sui tributi e sulle imposte dirette e indirette, che per legge devono essere calcolate e versate dall’impresa, sulla base del fatturato e del reddito a scadenze prefissate.
Specializzata nella valutazione del rischio di potenziali problemi di usura ed anatocismo bancario, fallimenti, pignoramenti.
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Documenti correlati:

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web