Martedì 23 agosto 2005

IN VACANZA TRANQUILLI: CI SONO IL RAVVEDIMENTO OPEROSO E GLI STRUMENTI UTILI DI ATENEOWEB.

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
Proroga permettendo, è ormai scaduto il termine per effettuare il versamento dell'IVA del mese di luglio 2005.
Per i ritardatari resta ora solo la possibilità di avvalersi del cosiddetto ravvedimento operoso.

L'istituto del ravvedimento operoso, introdotto dall'articolo 13 del D.lgs. 472/97, consente al contribuente di sanare spontaneamente le violazioni commesse mediante il pagamento di una sanzione ridotta rispetto a quella ordinaria.
In particolare, il contribuente che intende regolarizzare l'omesso o insufficiente versamento di un tributo deve provvedere contestualmente al versamento:

  • del tributo dovuto e non versato (o versato in misura inferiore);
  • della sanzione ridotta;
  • degli interessi moratori calcolati al tasso legale con maturazione giornaliera.

Il termine ultimo entro il quale è possibile ravvedersi è quello previsto per la presentazione della dichiarazione relativa all'anno in cui è commessa la violazione o, se non è prevista la dichiarazione periodica, entro un anno dalla violazione.
Per procedere alla regolarizzazione delle violazioni commesse, i termini, così come le sanzioni, variano in relazione alla tipologia delle violazioni stesse.
Nel caso di omesso o insufficiente versamento la sanzione amministrativa irrogata è pari al 30% dell'importo non versato.
Il contribuente che, alle prescritte scadenze, non abbia versato il tributo in tutto o in parte, anche a titolo di acconto, può ravvedersi:

a. entro 30 giorni dalla commissione della violazione, mediante il contestuale pagamento:
- dell'imposta dovuta;
- di 1/8 del minimo della sanzione irrogabile;
- degli interessi moratori;

b. entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all'anno in cui è stata commessa la violazione (o, se non è prevista la dichiarazione periodica, entro un anno dalla violazione) mediante il contestuale pagamento:
- dell'imposta dovuta;
- di 1/5 del minimo della sanzione irrogabile;
- degli interessi moratori.

Possono procedere al ravvedimento tutti i contribuenti, titolari o meno di partita IVA, a condizione che la violazione non sia stata già constatata e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di accertamento delle quali l'autore, o i soggetti obbligati in solido, abbiano avuto formale conoscenza.

Sul nostro sito internet è disponibile (anche in versione demo gratuita) il programma RAVVEDIMENTO OPEROSO 2005
che, oltre ad effettuare il calcolo di sanzioni ed interessi dovuti, genera direttamente il modello F24 pronto per il versamento in formato PDF. Il file PDF presenta numerosi vantaggi poiché può essere salvato nella memoria del computer e anche spedito come allegato di una mail. Clicca qui!.
E' disponibile anche Il Ravvedimento Operoso 2005: foglio di calcolo Excel che tanto successo ha ottenuto per la semplicita' di funzionamento (effettua i calcoli ma non genera il modello F24). Clicca qui!

Vi ricordiamo che è disponibile sul nostro sito internet, anche un servizio di RISPOSTA A QUESITI (clicca QUI per accedere).
AUTORE:

AteneoWeb

AteneoWeb S.r.l.
Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web