Venerdì 29 settembre 2006

IL MODELLO PER IL RIMBORSO IVA INFRANNUALE SI RIFA' IL LOOK

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
tratto da www.fiscooggi.it Utilizzato dal primo trimestre 2007, è stato rivisitato per consentirne l'invio telematico

Rinnovato il modello di richiesta di rimborso o utilizzo in compensazione del credito Iva trimestrale. Il nuovo, che sarà utilizzato dal primo trimestre 2007, in luogo di quello approvato con provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate del 16/3/2006, è stato rivisitato per offrire ai contribuenti la facoltà dell'invio telematico.

Il modello si apre con un frontespizio avente una struttura molto simile a quella della dichiarazione annuale. Trovano posto i casi particolari di compilazione (regimi particolari, contabilità separata, società controllanti e controllate, correttiva nei termini). I dati del contribuente si diversificano a seconda che si tratti di persona fisica o soggetto diverso. Presente, inoltre, la sezione dei dati del dichiarante diverso dal contribuente e la sezione dell'impegno alla trasmissione telematica.

Oltre al frontespizio, completano il modello un modulo e un prospetto riepilogativo riservato alla società controllante per la richiesta di rimborso o l'utilizzo in compensazione del credito Iva trimestrale del gruppo.

Il modulo si compone di vari quadri:

- quadro TA - operazioni attive
- quadro TB - operazioni passive
- quadro TC - determinazione del credito
- quadro TD.

Quest'ultimo quadro è ripartito in quattro sezioni:

1. sezione 1 - sussistenza dei presupposti
2. sezione 2 - scelta tra rimborso o compensazione
3. sezione 3 - autocertificazione contribuente virtuoso
4. sezione 4 - indicazione della partita Iva della società partecipante al gruppo.

Il principale elemento di novità è contenuto nei quadri TA e TB, con l'inserimento, rispettivamente, del rigo TA14, campi 1 e 2, e del rigo TB13, campi 1e 2. Tale scelta di tipo sistematico fa emergere la volontà di esprimere un dato utile alla verifica della sussistenza del presupposto, che non sia inficiato dalle variazioni d'imposta, ai sensi dell'articolo 26, Dpr n. 633/72, registrate nel periodo ma riferite a operazioni registrate in periodi precedenti.

Mentre le operazioni contenute nei righi da TA1 a TA11 sono espresse al lordo delle variazioni d'imposta a esse riferite, il rigo TA14, campo 1, isola le variazioni e gli arrotondamenti d'imposta, comprendendo tra le variazioni solo quelle registrate nel periodo ma riferite a operazioni registrate nei trimestri precedenti. Il campo 2 del rigo TA14, che rappresenta un "di cui" del campo precedente, indica gli arrotondamenti d'imposta (differenza d'imposta derivante dall'indicazione nei righi corrispondenti all'aliquota più prossima delle operazioni imponibili con aliquote d'imposta o percentuali di compensazione non più presenti nel modello). Questo dato viene isolato per tenerne conto ai fini della verifica della sussistenza del presupposto di cui all'articolo 30, terzo comma, lettera a), Dpr n. 633/72.

Il rigo TA15 indica il totale dell'Iva sulle operazioni imponibili risultante dalla somma algebrica degli importi dei righi TA13, colonna 2, e TA14, campo 1; analogo procedimento logico viene rispettato anche nel quadro TB - operazioni passive.

Pertanto, si può concludere che, ai fini della determinazione del credito, si tiene conto di tutte le variazioni d'imposta registrate nel periodo, comprese quelle riferite a operazioni registrate in periodi precedenti (nel rigo TC1 - Iva sulle operazioni imponibili - si riporta il rigo TA15; nel rigo TC4 - Iva ammessa in detrazione - si riporta il rigo TB17, a sua volta corrispondente al rigo TB14); mentre, ai fini della verifica della sussistenza dei presupposti, tali variazioni non vengono prese in considerazione.

Infine, il prospetto riepilogativo riservato alla società controllante consente di indicare tutti i soggetti facenti parte del gruppo, i presupposti per la richiesta di rimborso o utilizzo in compensazione, l'eccedenza di credito del gruppo del periodo di riferimento e la scelta fra richiesta di rimborso o compensazione. Unitamente al prospetto, devono essere allegati tanti moduli quanto sono i soggetti che partecipano al gruppo.

Antonella Guerria

AUTORE:

AteneoWeb

AteneoWeb S.r.l.
Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali