Martedì 20 aprile 2004

Il diritto annuale 2004 dovuto alla Camera di Commercio

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
Il Decreto Ministeriale 5 marzo 2004 (pubblicato sulla G.U. n. 75 del 30 marzo 2004) ha determinato le misure del diritto annuale dovuto per l'anno 2004 dalle imprese iscritte alle Camere di Commercio. a cura di Studio Meli
Il Decreto Ministeriale 5 marzo 2004 (pubblicato sulla G.U. n. 75 del 30 marzo 2004) ha determinato le misure del diritto annuale dovuto per l'anno 2004 dalle imprese iscritte alle Camere di Commercio. Soggetti obbligati al pagamento Sono tenute al pagamento del diritto annuale tutte le imprese che al 1° gennaio 2004 risultano iscritte o annotate nel Registro delle imprese. Le nuove imprese iscritte o annotate nella sezione speciale del registro delle imprese nel corso del 2004 sono tenute al versamento dei diritti entro trenta giorni dalla presentazione della domanda dell'iscrizione o dell'annotazione. Soggetti esclusi dal pagamento Non sono tenuti al pagamento del diritto annuale gli esercenti le attività economiche che sono iscritti nel solo REA (Repertorio Economico Amministrativo) Si tratta di soggetti collettivi, quali: associazioni, fondazioni, comitati, ecc. Cessazione dell'obbligo del pagamento del diritto Cessano dall'obbligo del pagamento del diritto, a partire dall'anno successivo: a)le imprese fallite o in liquidazione coatta amministrativa, tranne i casi in cui sia stato autorizzato l'esercizio provvisorio dell'impresa, e fino a quando non sia cessato. b)Le imprese individuali che cessano l'attività (la domanda di cancellazione dal Registro delle imprese deve essere presentata entro il 30 gennaio successivo alla data di cessazione dell'attività) c)Le società e gli altri soggetti collettivi che sono in stato di liquidazione, se è stato approvato il bilancio finale di liquidazione (la domanda di cancellazione dal Registro delle imprese deve essere presentata entro il 30 gennaio successivo all'approvazione del bilancio finale) d)Le società cooperative per le quali sia stato disposto lo scioglimento d'ufficio (ex art. 2544 C.C.) Determinazione dell'importo del diritto annuale Le imprese devono pagare i diritti sia per la sede principale che per ciascuna eventuale unità locale. Il diritto annuale si applica: a)nella seguente misura fissa, per le imprese iscritte o annotate nella sezione speciale; - Euro 80,00 per le imprese iscritte e per le imprese individuali annotate nella sezione speciale; - Euro 144,00 per le imprese con ragione di societa' semplice, non agricola - Euro 170,00 per le societa' tra avvocati iscritte nella sezione speciale b)in misura correlata alla base imponibile individuata per scaglioni di fatturato 2003, per le imprese iscritte nella sezione ordinaria. Gli scaglioni sono i seguenti: Scaglioni di fatturato (dati in euro) fino a 516.456,90 -> 373,00 (misura fissa) da 516.456,94 a 2.582.284,50 -> 0,0070% da 2.582.284,51 a 51.645.689,91 -> 0,0015% da 51.645.689,92 -> 0,0005% (fino ad un massimo di Euro 77.500,00) Per effetto del periodo transitorio, fissato fino al 2005, il diritto annuale 2004 non potrà comunque essere superiore del 6% all'importo dovuto per l'anno 2003. Le imprese versano inoltre, per ciascuna delle proprie unita' locali, in favore delle camere di commercio nel cui territorio hanno sede queste ultime, un importo pari al 20 per cento di quello dovuto per la sede principale, fino ad un massimo di Euro 120,00. Alcune Camere di Commercio hanno deliberato l'applicazione di una maggiorazione del diritto annuale (in misura variabile dal 5 % al 20 %). Le unità locali di imprese con sede principale all'estero devono versare per ciascuna di esse in favore della camera di commercio nel cui territorio competente ha sede l'unita' locale, un diritto annuale pari a Euro 110,00. Le sedi secondarie di imprese con sede principale all'estero devono versare per ciascuna di esse in favore della camera di commercio nel cui territorio competente hanno sede, un diritto annuale pari a Euro 110,00. Scadenza del pagamento del diritto annuale Il diritto annuale deve essere versato, in unica soluzione, con modello F24 utilizzando la "SEZIONE ICI ED ALTRI TRIBUTI LOCALI", inserendo nel riquadro Codice Ente / Codice Comune: la sigla della Provincia in cui ha sede la Camera di Commercio destinataria del versamento e nel codice tributo il numero 3850. Le imprese che esercitano l'attività, oltre che nella sede legale, anche in una o più unità locali situate nella medesima Provincia devono indicare l'importo totale del diritto dovuto. Le imprese che esercitano l'attività in più Province devono indicare l'importo per ciascuna Camera di Commercio a cui è dovuto. Nel caso non fosse sufficiente lo spazio previsto nel modello, dovranno essere utilizzati più modelli F24. Il versamento deve essere effettuato entro il termine previsto per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi (per la maggioranza delle imprese il 21 giugno 2004, essendo il 20 giugno 2004 domenica). Clicca QUI per prelevare il foglio di calcolo Excel per determinare il diritto camerale per l'anno 2004. Il foglio e' completo e permette il calcolo per ogni tipologia di iscrizione e per le Unita' locali, con indicazione del codice versamento. Vi ricordiamo che è disponibile sul nostro sito internet, anche un servizio di RISPOSTA A QUESITI (clicca QUI per accedere). L'immagine che accompagna questo FOCUS è la riproduzione di un acquarello di Fiorenza Casanova estratto dalla banca dati della delegazione Cemea Ticino - www.cemea.ch
AUTORE:

AteneoWeb

AteneoWeb S.r.l.
Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali