Mercoledì 30 ottobre 2013

I benefici contributivi per l'assunzione di donne

a cura di: Studio Dott.ssa Cristina Orlando
L'art. 4, comma 11 della Legge n.92/2012 ha stabilito che il datore di lavoro può ottenere delle agevolazioni contributive pari al 50% della contribuzione dovuta,
nel caso in cui, a partire dal 1 gennaio 2013 assuma:

  • donne di qualunque età disoccupate da almeno 24 mesi oppure che non hanno un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi in settori e professioni in cui il tasso di disparità uomo-donna superi almeno del 25 per cento la disparità media uomo-donna;
  • lavoratori di età superiore a 50 anni disoccupati da almeno 12 mesi.

Il Ministero del Lavoro attraverso due Decreti del 2 Settembre 2013 di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha definito per gli anni 2013 e 2014 quali sono esattamente i settori e le professioni che permettano di poter avere i requisiti per tali benefici.

REQUISITI PER OTTENERE L'AGEVOLAZIONE CONTRIBUTIVA
Si concretizzano nel caso in cui il datore di lavoro assuma donne di qualsiasi età senza un impiego retribuito da almeno 6 mesi che:

  • siano residenti in regioni in cui sono ammessi finanziamenti nell'ambito dei fondi strutturali dell'Unione Europea;
  • siano residenti nelle aree di cui all'art.2, punto 18), lettera e) del regolamento CE n.800/2008 che vengono annualmente indicate con decreto del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali insieme al Ministero dell'Economia e delle Finanze.

SETTORI E PROFESSIONI IN CUI IL MINISTERO DEL LAVORO HA IDENTIFICATO TASSO DI DISPARITA' UOMO-DONNA SUPERIORI ALMENO DEL 25% ALLA DIPARITA' MEDIA UOMO-DONNA PER GLI ANNI 2013 E 2014
Il Ministero del Lavoro ha comunicato con due Decreti del 2 settembre 2013, resi anche disponibili presso il sito internet del Ministero del Lavoro stesso, i settori e le professioni che per gli anni 2013 e 2014, limitatamente al settore privato, vengono considerati con un tasso di disparità di genere superiore al 25 per cento della disparità media, tali Decreti sono fondamentali per verificare in quali i settori e professioni possano applicarsi i benefici contributivi oggetto della presente circolare:

  • tra i settori vengono individuati tra gli altri:
    • l'agricoltura (36,8% per il 2013, 36,8% per il 2014),
    • l'industria (54,8% per il 2013, 54,4% per il 2014),
    • i servizi di trasporto e magazzinaggio (59,7% per il 2013, 58,4% per il 2014).
  • tra le professioni vengono individuati tra le altre:
    • artigiani e operai metalmeccanici specializzati, installatori, manutentori di
      attrezzature elettriche ed elettroniche
      (94,2% per il 2013, 94,8% per il 2014),
    • imprenditori e responsabili di piccole aziende (56,8% per il 2013, 40,6% per il
      2014),
    • imprenditori, amministratori e direttori delle grandi aziende (67,1% per il 2013, 72,9% per il 2014).
    • professioni tecniche in campo scientifico, ingegneristico e della produzione (70,9% per il 2013, 69,9% per il 2014).

(Fonti: Ministero del Lavoro, Decreti del 2 Settembre 2013, Legge n.92/2012 art.4, comma 11)

AUTORE:

Dott.ssa Cristina Orlando

Consulente del Lavoro
Studio Dott.ssa Cristina Orlando
Dopo aver conseguito laurea in Economia Aziendale, ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione di Consulente del Lavoro. Titolare di un proprio studio professionale, specializzato...
in amministrazione e gestione del personale delle piccole e medie imprese, ha maturato esperienze in aziende nell’ambito del controllo di gestione e dell’amministrazione del personale. Ha svolto docenze presso la scuola di alta formazione per gli operatori delle politiche del lavoro nelle materie di Diritto del Lavoro e Legislazione Sociale, ha svolto docenze nell’ambito di master Universitari di 1° livello in Direzione del Personale.
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Documenti correlati:

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali