Lunedì 1 agosto 2011

GUIDELINES CNDCEC SULL'ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA

a cura di: eDotto s.r.l.
In materia di adeguata verifica della clientela, la Commissione antiriciclaggio del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, ha pubblicato il documento "Antiriciclaggio (D.lgs. 231/2007): Linee guida per l'adeguata verifica della clientela".
In PREMESSA, viene ricordato come gli articoli 16 e ss. del decreto legislativo n. 231 del 2007, come recentemente modificato e integrato dal decreto legislativo n. 151 del 2009, (decreto correttivo), pongano in capo ai professionisti gli obblighi di adeguata verifica della clientela, che integrano e sostituiscono i precedenti obblighi di identificazione.

Per l'esecuzione degli adempimenti relativi all'adeguata verifica della clientela, il Ministro dell'economia e delle finanze, sentito il Comitato di sicurezza finanziaria, puo' emanare disposizioni attuative con proprio decreto.

Ebbene, considerato che l'emanazione di disposizioni attuative e' prevista dal legislatore come una facolta', il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (Cndcec) fornisce ai propri iscritti procedure di ausilio per l'espletamento di tali obblighi, poiche' l'assenza di procedure operative rende estremamente difficoltoso l'adempimento de quo. Lo stesso approccio basato sul rischio, che e' il criterio al quale deve essere improntata la nuova procedura di identificazione, e' disciplinato in modo piuttosto generico, si' che la sua concreta applicazione non puo' prescindere da indicazioni maggiormente precise. In tal senso, l'emanazione delle guidelines puo' garantire un approccio uniforme al problema da parte dei professionisti obbligati. Cio' senza dimenticare che l'obbligo di adeguata verifica non e' unitario e uniforme, ma va tarato a seconda della specifica fattispecie singolarmente considerata.

Il testo, in versione PDF, consta di 63 pagine. Riferiamo qui le novita' principali, invitando alla lettura integrale del documento, che chiaramente tiene conto degli intervenuti aggiornamenti di legislazione e prassi:

  • per incarichi che riguardino la mediazione non e' necessaria l'adeguata verifica, neppure la registrazione; lo divengono per i sindaci-revisori, per i quali tuttavia viene prevista una adeguata verifica «parziale»;
  • gli obblighi di registrazione non riguardano il «Titolare effettivo», che tuttavia dovra' sempre essere evidenziato dai clienti dello studio;
  • ove la societa' fiduciaria abbia matrice bancaria, e' spiegato che non vi e' alcun obbligo di identificare essa ed i fiducianti.
Fonte: http://www.cndcec.it
AUTORE:

eDotto

eDotto s.r.l.
Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS