Lunedì 20 ottobre 2003

Finanziaria 2004 e Decreto Collegato: le novità relative alla fiscalità delle imprese.

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
La Finanziaria 2004 ha già cominciato il suo iter parlamentare che portarà all'approvazione della stessa entro il prossimo mese di dicembre. Le principali novità riguardanti la fiscalità delle imprese, tuttavia, sono contenute nel Decreto Legge n. 269/2003 licenziato dal Consiglio dei Ministri contestualmente alla Finanziaria.
Il Decreto Legge collegato alla legge Finanziaria 2004 contiene alcune importanti novità relative alla fiscalità delle imprese. La novità più importante è, senza dubbio, identificabile nel "concordato preventivo biennale" . Secondo tale disposizione il contribuente può impegnarsi, entro il 28/2/2004 e relativamente agli anni d'imposta 2003 e 2004, a concordare con l'Amministrazione Finanziaria un ammontare di ricavi e di reddito (d'impresa e/o di lavoro autonomo), usufruendo di una tassazione agevolata dei redditi eccedenti una determinata soglia. I ricavi da dichiarare negli anni 2003 e 2004 non possono essere inferiori a quelli dichiarati nel 2001 aumentati, rispettivamente, del 9,00% e del 13,91%. I Redditi da dichiarare negli anni 2003 e 2004 non possono, inoltre, essere inferiori a quello dichiarato nel 2001 aumentati, rispettivamente, del 7,00% e del 10,75%. Per i soggetti che aderiscono al concordato i redditi che eccedono quelli dichiarati nel 2001 saranno tassati separatamente con le seguenti aliquote: 1) per le persone fisiche e le società di persone/associazioni professionali: 23% se il reddito dichiato nel 2001 era non superiore ad € 100.000,00; 33% se il reddito del 2001 era superiore, invece, a tale importo; 2) per le società di capitali 33%. La scadenza del 28/2/2004 e più vicina di quanto non si possa credere poichè ll calcolo di convenienza non è per nulla immediato né agevole: si devono considerare, infatti, molteplici variabili, quali, ad esempio, la situazione dei ricavi e dei redditi dichiarati per l'anno 2001, i ricavi presuntivi determinabili in base alle risultanze di parametri/studi di settore, i ricavi e i redditi che si presume di dover dichiarare negli anni oggetto di concordato, gli altri redditi diversi da quelli di impresa e di lavoro autonomo. Novità anche nella tassazione dei dividendi societari : come noto, la bozza di Decreto Legislativo concernente la riforma della tassazione societaria dispone, a decorrere dal 1° gennaio 2004, l'abrogazione dell'attuale sistema dei crediti di imposta prevedendo che gli utili societari percepiti da persone fisiche siano imponibili per il 40% del loro ammontare. Per evitare comportamenti elusivi (distribuzione di dividendi prima del 1° gennaio 2004), il citato D.L. n. 269/2003 ha inoltre stabilito che i dividendi distribuiti dopo il 30/9/2003 possono usufruire solo del credito d'imposta "limitato" e nella misura massima del 51,52% (in luogo del previgente 56,25%). Infine, il decreto legge ha istituito la cd. "TecnoTremonti" o "Tremonti ter" che prevede una deduzione, dal reddito di impresa, di una parte delle spese relative a determinate categorie di investimenti, e più precisamente: 1) i costi di ricerca e sviluppo iscrivibili tra le immobilizzazioni immateriali; 2) gli investimenti direttamente sostenuti in tecnologie digitali, volte a innovazioni di prodotto, di processo e organizzative; 3) le spese sostenute per la partecipazione espositiva di prodotti in fiere estere; 4) le spese sostenute per stage aziendali destinati a studenti di corsi d'istruzione secondaria o universitaria; 5) le spese sostenute per la quotazione in un mercato regolamentato. Le deduzione dal reddito di impresa spetta nella misura del 100% delle spese relative alle voci sub 2) 3) 4) e 5). Le spese relative alla voce sub 1) danno diritto alla deduzione nella misura del 10% delle stesse, oltre al 30% dell'eccedenza rispetto alla media dei tre periodi di imposta precedenti. Inoltre, sempre relativamente alle spese di cui alla voce sub 1), la deduzione dal reddito di impresa non può essere superiore al 20% della media dei redditi dei tre esercizi precedenti. Sebbene l'agevolazione sia usufruibile solo per il periodo d'imposta successivo all'entrata in vigore del decreto legge (nella maggior parte dei casi l'anno 2004), è importante pianificare per tempo gli investimenti agevolabili. Il nostro Staff ha già pubblicato una serie di programmi utili per valutare l'impatto delle nuove disposizioni: i programmi presenti nell'area Documenti (clicca QUI per accedere) sono: 1) una scheda di sintesi (download gratuito) del concordato preventivo biennale; 2) un programma excel vba utile per calcolare la convenienza all'adesione al concordato stesso. Il programma è disponibile nella versione relativa alle persone fisiche, società di persone e di capitali. 3) due programmi excel vba utili per determinare la convenienza nella distribuzione dei dividendi prima del 1° gennaio 2004. La versione 1.1 del programma calcola la convenienza alla distribuzione dei dividendi entro il 30/09/2003 rispetto al 2004; la versione 2.1 determina, invece, la convenienza alla distribuzione dei dividendi nel periodo compreso tra il 1° ottobre 2003 e il 31 dicembre 2003 rispetto al 2004. 4) un programma excel vba utile per determinare la deduzione dal reddito di impresa spettante grazie all'agevolazione "TecnoTremonti".
AUTORE:

AteneoWeb

AteneoWeb S.r.l.
Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS