Venerdì 7 ottobre 2005

APPALTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI OFFERTE ANOMALE E CONTRATTO DI COMODATO

a cura di: Dott. Rosario Milite
Presentazione. Offerte anomale, imparzialità della P.A., libera concorrenza, comodato sono istituti,comportamenti pubblici e privati,contratti che vengono mostrati con i loro collegamenti più o meno evidenti e plausibili.
INDICE
1) Considerazioni generali
2) L'intervento del comodato

1) Considerazioni generali
Apparentemente, in materia di appalti pubblici, sembra privo di significato l'accostamento tra offerte anomale (o anormalmente basse ) e contratti comodato, perché diversa è la disciplina giuridica,sotto il profilo dell'autonomia negoziale e diverse sono le conseguenze per l'Ente pubblico che vi è coinvolto.
Innanzitutto l'anomalia delle offerte (ritenute molto basse rispetto alle prestazioni richieste) viene in evidenza in un sub-procedimento attivato in sede di affidamento di appalti di lavori pubblici, di forniture e di servizi mentre il comodato di beni veleggia nell'ambito dei contratti mediante i quali un soggetto detto comodante mette a disposizione di un terzo, definito comodatario un bene mobile o immobile perché se ne serva per un determinato periodo con l'obbligo di restituire la cosa ricevuta in uso.
Relativamente alle differenti conseguenze, occorre precisare che le norme che regolano il trattamento delle offerte anomale sono rivolte a tutelare l'interesse delle imprese al rispetto delle regole del mercato e della libera concorrenza attraverso la realizzazione della par condicio tra i partecipanti alla gara. L'interesse dell'Ente pubblico ( non esclusivo, come è ovvio ) è diretto a concludere contratti con imprese che forniscano adeguate garanzie relativamente all'esecuzione delle prestazioni per le quali si sono obbligate.

2) L'intervento del comodato
Se il concorrente che ha presentato un'offerta anormalmente bassa giustifica l'anomalia dei costi inferiori ai valori di mercato con l'utilizzazione di beni precedentemente concessi in comodato all'Ente, l'aggiudicazione verrebbe ad alterare certamente le condizioni di libera concorrenza a danno delle imprese soccombenti.
Per quanto il secondo interesse, per poterlo valutare sotto il profilo della imparzialità e del buon andamento dell'Amministrazione Pubblica, occorrerebbe anche tener conto del periodo in cui è avvenuta la concessione in comodato per accertare che non si sia voluto precostituire un vantaggio nei confronti degli altri concorrenti. E' ,comunque, doveroso verificare che non si tratti di materiale obsoleto.
Le distorsioni che possono derivare dall'acquisizione di attrezzature tecnico-sanitarie mediante contratti a titolo gratuito nel Settore della Sanità sono state da tempo evidenziate dalla Ragioneria Generale dello Stato allorché tali contratti prevedano l'obbligo di acquistare presso le ditte fornitrici i reagenti necessari per il loro funzionamento.( vedasi circ. n°76 - prot. n° 202647 - del 19 novembre 1994 )

Rosario Milite

Vi ricordiamo che è disponibile sul nostro sito internet, anche un servizio di RISPOSTA A QUESITI (clicca QUI per accedere).
Altri utenti hanno acquistato

Altri utenti hanno acquistato

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web