Lunedì 4 aprile 2016

5 per mille 2016 per enti di volontariato e associazioni sportive dilettantistiche

a cura di: Studio Valter Franco

Anche per il 2016 è prevista la possibilità di destinare una quota del 5 per mille dell'Irpef a finalità di interesse sociale, in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi relativa all'anno 2015; occorre osservare che l'istituto del 5 per mille, a seguito delle disposizioni della Legge di Stabilità 2015, è divenuto definitivo e non beneficio da confermarsi annualmente.

Di seguito un riepilogo degli adempimenti e della procedura da seguire per gli enti di volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche, in base ai chiarimenti forniti con la Circolare 13/E del 26.03.2015 , chiarimenti che hanno validità anche per gli anni successivi.

La domanda di ammissione deve essere presentata annualmente, con trasmissione telematica; per il 2016 l'apertura del canale telematico viene indicata dal 31 marzo 2016 e sino al 9 maggio 2016.

Adempimenti Enti del Volontariato e ASD

31 marzo 2016 Apertura della procedura di iscrizione
09 maggio 2016 Termine per l'iscrizione telematica per gli enti del volontariato e ASD
14 maggio 2016 Prima pubblicazione degli elenchi da parte dell'agenzia delle entrate
20 maggio 2016 Termine per la correzione di errori di iscrizione nell'elenco degli enti del volontariato e ASD
25 maggio 2016 Pubblicazione da parte dell'agenzia delle entrate degli elenchi definitivi a seguito della correzione di errori di cui al punto precedente
30 giugno 2016 Termine per l'invio delle dichiarazioni sostitutive da parte degli enti del volontariato e delle ASD (a mezzo pec o raccomandata a.r. per gli enti di volontariato / qualora si invii a mezzo pec nell'oggetto occorrerà indicare "dichiarazione sostitutiva 5 per mille 2016" - a mezzo raccomandata a.r. al coni per le associazioni sportive)

Il paragrafo 3.4 la circolare indica che nel caso in cui la domanda non sia stata regolarmente presentata nei termini, non sia stata presentata la dichiarazione sostitutiva o a quest'ultima non sia stata allegata copia del documento di identità, è possibile sanare tali situazioni entro e non oltre il 30/9/2016, presentando la documentazione omessa od integrando quella presentata e versando una sanzione di 250 euro (mod. F24 con codice tributo 8115), la sanzione non può essere compensata con altri crediti relativi a tributi/contributi. Visualizza la scheda sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

Inoltre si rammenta l'obbligo di rendicontazione, da redigere ed eventualmente inviare entro un anno dalla ricezione delle somme; circa tale obbligo si rinvia, per gli enti di volontariato, a quanto indicato nel sito del Ministero del Lavoro.

Fonte: http://www.studiofranco.eu
AUTORE:

Rag. Valter Franco

Ragioniere commercialista, revisore contabile
Studio Valter Franco
Collabora con Ateneoweb dal 2003. Dal 1978 lo studio assiste i propri clienti in tutti gli adempimenti societari, contrattuali, fiscali, contabili, durante le fasi di accertamento e quelle del contenzioso...
tributario. Lo studio ha maturato inoltre significative esperienze nel campo del trattamento dei dati personali (privacy) e della normativa antiriciclaggio per professionisti, tenendo convegni in diverse località italiane sul tema.
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Documenti correlati:

Altri approfondimenti

tutti gli approfondimenti

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS